Contattaci

Per segnalare concerti o richiederci una recensione delle vostre band, scriveteci compilando il modulo in  questa pagina

Accesso utente

Chi è on-line

Ci sono attualmente 0 utenti e 0 visitatori collegati.

Ultime Recensioni

  • Copertina
    SIXTY MILES AHEAD
    Insanity
  • Copertina
    ECHO ATOM
    Redemption
  • Copertina
    HEAVY GENERATION
    The Spirit Lives On
  • Copertina
    EPHYRA
    The Day of Return
  • Copertina
    SILVER P
    Silver P
  • Copertina
    WANDERING VAGRANT
    Get Lost
Copertina
SIXTY MILES AHEAD
Insanity
Copertina
ECHO ATOM
Redemption
Copertina
HEAVY GENERATION
The Spirit Lives On
Copertina
EPHYRA
The Day of Return
Copertina
SILVER P
Silver P
Copertina
WANDERING VAGRANT
Get Lost

Recensione

Covers

SADAMUSTRE - Covers

(2008 - Autoprodotto)

voto:

Sconcertati? Confessatelo, tutto vi sareste aspettati, ma non la recensione di un cd di sole cover, fatto da una cover band, e ancora meno che a farla fosse proprio il direttore Klaus in persona, colui che spesso dal profilo facebook di IdM ha sparato a zero sulle cover band.. Ebbene si, sono io e non ho problemi a recensire la band pesarese dei SadamustrE, in questo loro mini lp di due anni fa intitolato chiaramente "Covers" e contenente quattro brani di puro metal. Perchè lo faccio? Semplice sotto tortura i ragazzi hanno promesso un prossimo cd di inediti.. a parte le battute, affronterò in futuro di nuovo il discorso cover band, ma in questa sede ciò che conta è la musica.

Intervista

Discordia

Dopo l'ottimo riscontro avuto dall'album di esordio "Flashback" che dava seguito ad un precedente Ep, e alcune date live di buon successo come il "Qua' Rock" di spalla alla Strana Officina, eccoci qua con una breve intervista al combo pistoiese dei Discordia!

 

IdM: Iniziamo con una domanda che può sembrare un pò scontata ma è d'obbligo: Come nascono i Discordia?

Recensione

Folkstone

FOLKSTONE - Folkstone

(2008 - Fuel Records Self Distribution)

voto: 8/10

Dovrei dire che è curioso che un gruppo come i Folkstone, conosciuti prima del debutto nelle feste medievali in giro per la penisola, siano diventati una delle realtà più originali e importanti del metallo folkloristico italico (tra i più importanti è dovere citare i friulani Elvenking, genere viking/power).

Recensione

From The Ashes Of The Empire

COLD EMPIRE - From The Ashes Of The Empire

(2010 - Naturmacht Productions)

voto: 6.5/10

I Cold Empire sono un duo sardo (un singer ed un polistrumentista, più un session man utilizzato per le tracce di batteria) e, dopo una demo risalente al 2007 ('...And The Cold Arrives'), danno vita nel 2010 alla propria prima fatica sulla lunga distanza. 'From The Ashes Of The Empire', questo il titolo, consiste in sei pezzi di black metal duro e puro, tre dei quali ripresi dalla succitata demo.

Recensione

A Tower of Lies (demo)

OTHER VIEW - A Tower of Lies (demo)

(2010 - Autoprodotto)

voto: 6.5/10

Avete presente il momento in cui siete stati iniziati al metallo, il momento in cui si scoprono così tante sonorità accattivanti e interessanti che non si riesce a staccarsi dall’mp3 (o,per i più anzianotti,dal proprio walkman)? Ecco,quello è il momento in cui ogni musicista tirerebbe fuori un album come questo. Heavy, Hard Rock, Thrash e Power, tutto condito da un suono fresco e grintoso. Certo, l’originalità non è il punto forte degli Other View, band milanese che con “A Tower of Lies” si presenta al grande pubblico, ma d’altronde non è questo quello che si chiede in questo momento a dei ragazzi che riescono comunque a pubblicare un lavoro tutto sommato interessante.

Recensione

Land of Mystery

BLACK HOLE - Land of Mystery

(2010 - Andromeda Relix)

voto: 9/10

Chiariamo subito che questo NON è il nuovo disco dei Black Hole, bensì la seconda ristampa del loro primo album, originariamente pubblicato da City Records nel lontano 1985 e già ristampato nel 2006. In tiratura di 500 copie, questa versione digipack è stata ottimamente rimasterizzata e soprattuto contiene due brani aggiuntivi, risultando quindi molto appetibile (ammesso che la troviate, perché nel frattempo potrebbe essere già andata esaurita!).

Recensione

Demo

SETTIMO SENSO - Demo

(2010 - Autoprodotto)

voto: 7.5/10

I Settimo Senso, provengono dall'hinterland milanese, attivi da un paio d'anni dimostrano subito cosa significa la serietà prima di tutto. Infatti ci inviano il loro demo completo di biografia esauriente, copertina e testi, come dovrebbero fare tutte le band che chiedono una recensione, ma non sempre (purtroppo) è così! Ok a voi di questo non frega nulla, a voi interessa il lato musicale, bene allora diciamo subito che pur essendo all'esordio con questo demo a tre tracce i ragazzi spaccano e neanche poco. Definiscono la loro musica death metal melodico, sinceramente di melodia non ne vedo molta, in compenso la rabbia scaricata in musica è davvero tanta, ma non pensiate a note buttate lì alla rinfusa tanto per fare casino, no!

Recensione

Stelle Senza Luce

MOVIMENTO D'AVANGUARDIA ERMETICO - Stelle Senza Luce

(2010 - Kunsthauch)

voto: 7/10

Il panorama black metal (e, in Italia, il metal in generale) ha da sempre un grosso difetto: concede un grande interesse mediatico intorno a un numero molto ristretto di nomi, e condanna all'anonimato una gran quantità di realtà che, magari, si rivelano addirittura più valide di nomi ben più blasonati. Il problema più grosso è che anche per chi vuole andare oltre la superficie risulta piuttosto difficile districarsi nel labirinto dell'underground e scoprire le band più valide.

Recensione

Sweet Blood Theory

SECRET SPHERE - Sweet Blood Theory

(2008 - Nuclear Blast)

voto: 6/10

I Secret Sphere gruppo piemontese (precisamente vengono dalla provincia di Alessandria) decisamente creano una musica molto atmosferica,quasi Dark/Gothic direi,un power/prog/symphonic direi, anche se con diversi punti deboli. Ascoltando "Sweet Blood Theory" si notano le influenze prog/power degli americani Symphony X e sinfoniche dei nostrani Rhapsody (bisogna rassegnarci,quando si parla di metallo&violini è impossibile non citare il gruppo friulano!!),potrei citare anche miriadi di altri gruppi power che possiamo ricordare qui ma la lista sarebbe troppo lunga.

Recensione

Oionos

THE FORESHADOWING - Oionos

(2010 - Cyclone Empire Records)

voto: 9/10

Dopo tre anni dal sorprendente Days Nothing (2007), e dopo aver suonato in alcuni tra i più importanti festival europei, tra cui: Summer Darking Festival, Summer Breeze, Stoner Hand of Doom; i romani The Foreshadowing ritornano con un nuovo lavoro discografico dal titolo Oionos, e con il supporto di una nuova etichetta, la tedesca Cyclone Empire Records.
Ai più questo nome potrebbe risultare totalmente sconosciuto, soprattutto agli inesperti del genere goth-doom, ma i componenti della band in questione non sono certo degli sprovveduti, al contrario tra le propria fila ritroviamo membri, attuali e passati, di formazioni del livello di Klimt 1918, Spiritual Front e Grimness.

Counter

  • Site Counter: 1,832,660
  • Visitatori Unici: 115,675
  • Published Nodes: 5,760
  • Since: 2009-11-16 15:08:49

Seguici anche...

facebookMySpaceRSS Feed