Contattaci

Per segnalare concerti o richiederci una recensione delle vostre band, scriveteci compilando il modulo in  questa pagina

Accesso utente

Chi è on-line

Ci sono attualmente 0 utenti e 1 visitatore collegati.

Più visti oggi

Ultime Recensioni

  • Copertina
    WENDY?!
    Idols & Gods
  • Copertina
    IN AEVUM AGERE
    From The Depth Of Soul (10th Anniversary-Remastered)
  • Copertina
    SENZA VITA
    Senza Vita
  • Copertina
    ROAD'S ANGELS
    Road's Angels
  • Copertina
    AA.VV.
    The Cult of Necrodeath
  • Copertina
    GAME OVER
    Claiming Supremacy
Copertina
WENDY?!
Idols & Gods
Copertina
IN AEVUM AGERE
From The Depth Of Soul (10th Anniversary-Remastered)
Copertina
SENZA VITA
Senza Vita
Copertina
ROAD'S ANGELS
Road's Angels
Copertina
AA.VV.
The Cult of Necrodeath
Copertina
GAME OVER
Claiming Supremacy

 DigUp

 

Recensione

Professing Through Terror

ABYSS OF PAIN - Professing Through Terror

(2010 - Crash & Burn Records/Gatti Promotion)

voto: 6.5/10

Dal Friuli gli Abyss of Pain, band death metal dalle spiccate sonorità europee sapientemente unite al sound americano del genere. Quest’album rappresenta un ottimo connubio di due scuole d’interpretazione di death metal totalmente diverse.
Da un lato la scuola americana, in questo caso interpretata benissimo dal cantato e dalla sezione ritmica, dall’altro la scuola svedese con il suo bagaglio di velocità e riff taglienti.

Recensione

Ever Rain

RAVEN TIDE - Ever Rain

(2009 - UK Division/Alkemist FanatixEurope)

voto: 9/10

Ascoltando "Ever Rain" si stenta a credere che questo particolarissimo gruppo si sia formato solo agli inizi del 2009. Che dire? Impossibile non notare la perfetta amalgama di sonorità Metal, Gothic e Dark, che si intrecciano, alternano, sovrappongono, in una quasi perfetta composizione, accattivante ed orecchiabile. Su tutto poi, si staglia la voce dolce, ma decisa della cantante: Cheryl, in "Alfirin Alagos" la sua bravura vocale brilla sopra tutto. Molto d'effetto l'intro, le cornamuse fanno molto stile epico anni '80. In "Lucifer Bliss", il contrasto della voce di Cheryl che duetta con la voce growl di Giovanni “Joe” Bardazzi (Vocalist dei RAZE AND SYMBIOTIC), è veramente un piacere da ascoltare.

Intervista

Impaled Bitch

Salute a voi, o cari lettori di IdM, oggi ho il piacere di intervistare la calabrese brutale One-Man band Impaled Bitch (già recensita tra queste pagine). Monicker dietro al quale troviamo il disponibile SoSo in tutta la sua prolificità.

 

FPR:Ciao SoSo,presenta il progetto Impaled Bitch ai lettori di Italia di Metallo...

Impaled Bitch logo Impaled Bitch Soso Impaled Bitch Soso 2
Recensione

Battlecry

Recensione

Inertia

INERTIA - Inertia

(2010 - Autoprodotto)

voto: 4.5/10

I romani Inertia pubblicano il loro primo EP dall’omonimo titolo.  La band è composta da 4 giovanissimi musicisti: Alessio voce e chitarra, Lucio alla chitarra, Livio alla batteria e Luca al basso. Il genere proposto dai 4 rockers è un mix di thrash, metal, death, speed laconicamente riassumibile nella frase ‘sempre le solite cose’ o se volete ‘tutto già fatto, tutto già risentito’. I 4 pezzi che compongono la release contengono un calderone di atmosfere mal assortite che invece che stupire annoiano e non coinvolgono. Prendiamo per esempio ‘Memories’ dove le strofe scorrono sotto un ritmino funky per poi passare improvvisamente ad un thrash senza freni accompagnato dalla voce growl di Alessio.

Recensione

Substantial

SOULPIT - Substantial

(2010 - Sweet Poison Records/Gatti Promotion)

voto: 8/10

Se c’è una cosa che mi piace è poter far recensioni di gruppi della mia zona, dopo averli visti live. E’ questo il caso dei Soulpit, band metal padovana che affonda le sue radici nel lontano 2004 come coverband dedita al death svedese. A sei anni di distanza dalla loro nascita, i Soulpit lanciano il loro debut album “Substantial” che qui dalle mie parti era molto atteso e quasi lo si dava per disperso, visto che l’ultima release è datata 2006…ma il 22 Maggio ci hanno rinfrescato la memoria!

Recensione

Moonshiny Tales: The Torment And The Rapture

DESECRATE - Moonshiny Tales: The Torment And The Rapture

(1999 - Mephisto Rec.)

voto: 7.5/10




Tornano i genovesi Desecrate, a 9 anni dallo scioglimento, e dunque, nell'attesa di un nuovo lavoro, si torna a parlare deil loro primo- e per ora unico- album, vale a dire 'Moonshiny Tales: The Torment And The Rapture', originariamente pubblicato nell'ormai lontano 1999.

Recensione

Sound and Fury

ACRYLATE - Sound and Fury

(2006 - Autoprodotto)

voto: 8/10

 Demo risalente al 2006 ma, a mio avviso, degno di nota. Parlo dei crotonesi Acrylate, fautori di un Ultra Metal (a dir loro), e di un buon Thrash Metal (detto dal sottoscritto). Ascoltando 'Sound and Fury' ho avuto modo di notare influenze da un pò tutta la scena thrash, dai Metallica (dei tempi d'oro) ai Kreator, agli Slayer,ai Sodom. Si inizia con 'Word of Lies', pezzo molto ben riuscito, partendo da un attacco di batteria per partire con una melodia trascinante molto old school guarnita da una ritmica di matrice hardcore americano nel ritornello, per finire con una bella sfuriata. 'The Calling' inizia molto sulfurea per sostenersi su un giro sonoro davvero da headbanging, qui si intravedono aloni Slayer-iani (periodo South of Heaven).

Recensione

Promo Live Studio 2010

FORGOTTEN HOPE - Promo Live Studio 2010

(2010 - Autoprodotto)

voto: 8/10

 Eccoci alla prima prova su disco dei calabresi Forgotten Hope,band che ho avuto modo di vedere più volte in sede live con vero piacere.Per chi non li conoscesse,la band propone un melodico death metal dalle forti tinte gotiche,per farvi un idea,questi ragazzi sono sicuramente grandi fans dei celebri My Dying Bride,Type O Negative e Moonspell.Apre il promo 'After the void' con la sola chitarra iniziale per poi partire il resto della band con ottima bravura tecnico-compositiva,non sempre ho il piacere di scoprire bei ascolti come quello in questione.Il pezzo risulta avvolgente ed emotivamente sentito.Segue 'Echoes from silence' ,piacevolissimo e con in mezzo un mid-tempo davvero azzeccato,buono il lavoro di Angelscream dietro al microfono,con l'alternanza di clean vocals evoc

Recensione

Grind Canyon

BUFFALO GRILLZ - Grind Canyon

(2010 - Gangastaparadise Rec.)

voto: 9/10

Come preannunciato nel live report fatto al release party di "Grind Canyon" a Roma, eccomi qua a recensire lo stesso. Riepilogando che la band è composta da quattro grandi del genere e cioè : Enrico  Giannone degli Undertakers, Cinghio dei The Orange Man Theory lì bassista e qui riffmaker, Gux degli Tsubo e Mastino dei Dr.Gore scendiamo nella descrizione di questo lavoro.

Counter

  • Site Counter: 1,700,572
  • Visitatori Unici: 102,130
  • Published Nodes: 5,534
  • Since: 2009-11-16 15:08:49

Seguici anche...

facebookMySpaceRSS Feed

 

 

Succede su facebook

Consigliati da Facebook