Contattaci

Per segnalare concerti o richiederci una recensione delle vostre band, scriveteci compilando il modulo in  questa pagina

Accesso utente

Chi è on-line

Ci sono attualmente 0 utenti e 0 visitatori collegati.

I più Visti

Ultime Recensioni

  • Copertina
    CRYING STEEL
    Stay Steel
  • Copertina
    HEAVENBLAST
    Stamina
  • Copertina
    IN-SIDE
    Out-Side
  • Copertina
    GRIND ZERO
    Concealed In The Shadow
  • Copertina
    LUCKY BASTARDZ
    Be The One
  • Copertina
    NIRNAETH
    The Extincion Generation
Copertina
CRYING STEEL
Stay Steel
Copertina
HEAVENBLAST
Stamina
Copertina
IN-SIDE
Out-Side
Copertina
GRIND ZERO
Concealed In The Shadow
Copertina
LUCKY BASTARDZ
Be The One
Copertina
NIRNAETH
The Extincion Generation

Articolo

IdM a mezzo servizio

Finalmente un pò di meritate ferie per il vostro amato(?) direttore, da domani la webzine avrà solo gli aggiornamenti strettamente necessari, grazie al capo redattore Francesco Salvatori, in ogni caso gli eventi più importanti di luglio sono già inseriti nel calendario, e dal 2 agosto torneremo alla normalità, per qualsiasi news richiesta di recensione potete usare il modulo di contatto qui sulla home e la nostra e-mail italiadimetallo@yahoo.it .

A presto!

Klaus P.

Recensione

Almost Human

LOGICAL TERROR - Almost Human

(2010 - Dysfunction Productions)

voto: 7/10

Nati dalle ceneri dei Marplots si avviano ad esordire sul mercato con questo "Almost Human" gli emiliani Logical Terror, il terreno su cui si muovono è quello del metalcore influenzato di brutto dall'elettronica e dal nu-metal, diciamo che a tratti ricordano anche i Fear Factory più industrial, anche se certe linee melodiche li portano anche al thrash, notare la presenza di due vocalist! La partenza è terrificante con "Nameless" che indubbiamente risulterà alla fine il brano più aggressivo del lotto, mentre la successiva "Gender 3000" risulta molto più votata all'elettronica però quella ruffiana che ti entra in testa col suo ritmo facile sia pure bello potente!

Recensione

Tyrrenika

VER SACRUM - Tyrrenika

(2009 - Horus Music-Rock Over Records)

voto: 8/10

Provengono da Siena i Ver Sacrum, formazione di stampo black metal. Anticipato un paio di anni fa da un demo, "Tyrrenika" si presenta come un concept sulla storia del popolo etrusco, come si evince subito dall'intro, e questo dimostra la qualità della band, che al contrario della maggioranza delle black metal band italiane tutte protese a raccontarci improbabili storie nordiche, si rifanno alla nostra storia!  Si parte con la tellurica "Plague and Death" dove le influenze musicali di band storiche norvegesi viene senza dubbio alla luce, ma la qualità dei musicisti è tale che neanche ci si fa caso più di tanto, in "Farewell by the Lightning" si potrebbe addirittura parlare di thrash tirato a mille tanta è la poten

Recensione

RnR Raiser

SHABBY TRICK - RnR Raiser

(2010 - Horus Music-Rock Over Records)

voto: 9/10

Dopo 20 anni di pazienza ecco il nuovo lavoro degli Shabby Trick, storica band italiana che nel lontano 1989 dominò il paese con l'album Bad Ass , arrivando fino al Giappone, dove la band tutt'oggi gode di una notissima fama. Dopo anni in cui della band si erano perse le tracce Max Bronxx (chitarrista) e Andrea Castelli (basso) hanno riesumato la band!

Recensione

2 Degrees of Separation

DEFLORE - 2 Degrees of Separation

(2010 - Subsound Records Narcotica)

voto: 7/10

I romani Deflore, band attiva dal 1998 (prodotti dalla Subsound Records) uniscono pesanti riff di chitarra con atmosfere psichedeliche e musica elettronica; il tutto per un risultato davvero soddisfacente ed originale.

Dopo l'album di debutto “Human Industrial” e il successivo “Egodrive” (mixato al Golden mastering studio di Los Angeles), 2 Degress of separation si propone come il terzo ottimo lavoro della band ,in cui è possibile notare l'influenza dei finlandesi Einstürzende Neubauten e degli Skinny Puppy.

Recensione

Through The Branches Of One Life

ERGOT Project - Through The Branches Of One Life

(2010 - Autoprodotto)

voto: 6.5/10

Nero su bianco. Le parole telematicamente mandatemi a costituire gli 'stralci' di biografia di Lord Ergot, non possono essere ignorate - pertanto, per una volta, è con piacere che faccio una prefazione alla recensione.
Ho trovato interessante scoprire che dietro l'Ergot Project c'è una ricerca etimologica e quasi esistenzialista delle tematiche sociali, non moderne, ma dell'umanità da sempre.

Recensione

Poison For You

BETTY POISON - Poison For You

(2009 - Fastermaster)

voto: 7/10

Questa volta mi trovo a recensire i Betty Poison, guidati dalla carismatica voce di Lucia Rehab, un gruppo che offre un ottima prova di musica rock dai forti connotati punk, sedici tracce che sanno di rabbia senza filtri.

Arrivano a questo cd con alle spalle un curriculum di tutto rispetto, un’intensa attività live che li ha visti opener delle Hole, di Miss Courtney Love, varie ospitate televisive e la comparsa nella colonna sonora di un film della Fox, mica roba da niente, considerando che di fatto questo “Poison For You” è il debut!!!

Recensione

Course of Hate

ENDLESS PAIN - Course of Hate

(2009 - Autoprodotto)

voto: 7/10

Attivissimi dal 2001  gli Endless Pain dopo un paio di cd e di demo arrivano a questo mini lp con annesso dvd live registrato a Innsbruck (si sono molto attivi anche all'estero) di cui poi faremo una recensione a parte. Il genere è quel thrash sparato a mille che ha molte venature death, il tutto suonato alla grande! Quattro brani più intro, e già dalla prima "Unleash the Fury" non ce ne è per nessuno, adrenalina a mille, un treno in corsa che vi travolge senza mezzi termini!

Recensione

Egod

SAWTHIS - Egod

(2010 - Scarlet Records)

voto: 7.5/10

Un tempo noti col nome di Sothis, moniker col quale sono stati pubblicati due demo ed un full lenght ('Fusion', risalente al 2006), i Sawthis danno alle stampe nel 2010 il loro secondo album, intitolato 'Egod'.

Recensione

Perverse Pleasure

VALEFAR - Perverse Pleasure

(2009 - Autoprodotto)

voto: 6.5/10

Quando mi è stata data la buona novella che finalmente era arrivato materiale raw black metal abbastanza cattivo per metterci le mani sopra, non ho esitato a dare la mia disponibilità per rencensire.
Parliamo un po' di questi nostrani Valefar ed il loro newborn 'Perverse Pleasure' - annata 2009, abbastanza in linea con le tematiche tanto care al genere nero e grezzo: il quintetto propone lyrics freddi e stringati, che ben si stagliano su un sottofondo in cui lo scream di Lord Baldr la fa da padrone. ...E sebbene nelle prime due tracce la band mostri un po' di esitazione e, forse, troppa celerità nel concludere e/o sviluppare riffs, la terza - "The God That Not Exist" - richiama particolarmente al depressive.

Counter

  • Site Counter: 1,736,107
  • Visitatori Unici: 109,726
  • Published Nodes: 5,822
  • Since: 2009-11-16 15:08:49

Seguici anche...

facebookMySpaceRSS Feed