Contattaci

Per segnalare concerti o richiederci una recensione delle vostre band, scriveteci compilando il modulo in  questa pagina

Accesso utente

Chi è on-line

Ci sono attualmente 0 utenti e 1 visitatore collegati.

Ultime Recensioni

  • Copertina
    IBRIDOMA
    City Of Ruins
  • Copertina
    SIXTY MILES AHEAD
    Insanity
  • Copertina
    ECHO ATOM
    Redemption
  • Copertina
    HEAVY GENERATION
    The Spirit Lives On
  • Copertina
    EPHYRA
    The Day of Return
  • Copertina
    SILVER P
    Silver P
Copertina
IBRIDOMA
City Of Ruins
Copertina
SIXTY MILES AHEAD
Insanity
Copertina
ECHO ATOM
Redemption
Copertina
HEAVY GENERATION
The Spirit Lives On
Copertina
EPHYRA
The Day of Return
Copertina
SILVER P
Silver P

Recensione

Winternacht

VEIRG - Winternacht

(2009 - Autoproduzione)

voto: 5.5/10

Ed eccoci arrivati, infine, alla fine del viaggio nel mondo di Veirg, One Man Band barese che in nove mesi, nell'Anno Domini 2009, ha partorito ben quattro dischi. Winternacht è, per l'appunto, il quarto disco che l'artista pugliese ha tirato fuori, rigorosamente autoprodotto (in tutti i sensi) come i precedenti dischi.

Recensione

Ragnarök

VEIRG - Ragnarök

(2009 - Autoproduzione)

voto: 6/10

Al terzo tentativo, finalmente s'intravede un po' di luce in fondo al tunnel. Dopo due dischi che lasciavano il tempo che trovavano, Veirg tira fuori un lavoro, Ragnarök, dove finalmente qualcosa di ben distinto c'è. La produzione è ancora sporchissima e grezza, ma almeno questo disco non sembra registrato con un registratorino anni '80 come Another Black War, e non c'è il fastidiosissimo fruscìo di In Death's Agony. Vero, non sono propriamente un fan delle vocals registrate così (riverbero a 3000), ma a conti fatti lo possiamo ritenere un peccato veniale.

Recensione

In Death's Agony

VEIRG - In Death's Agony

(2009 - Autoproduzione)

voto: 5/10

Passano dunque cinque mesi dalla pubblicazione del (non ottimo) Another Black War, ed ecco riapparire Veirg col secondo lavoro del suo solo project. In Death's Agony segna un piccolo passo avanti per il musicista di Bari, anche se, pure questa volta, la registrazione non è delle più ottimali.

Recensione

Another Black War

VEIRG - Another Black War

(2009 - Autoproduzione)

voto: 4/10

A quanto pare, le One Man Bands sono sempre le più attive in assoluto, con registrazioni che si susseguono a velocità inaudite. Ne abbiamo avuto una prova con i calabresi Impaled Bitch, capaci di sfornare in tre anni cinque dischi. Ma c'è chi ha fatto di meglio: ossia Veirg, artista barese che con il suo progetto Raw Black Metal è riuscito a tirar fuori quattro lavori in nove mesi. Another Black War, il disco che mi sto accingendo a recensire, è il primo di questi quattro, registrato nel Marzo dello scorso anno.

Recensione

II

DOUBLE CROSS - II

(2010 - Sweet Poison Records/Self)

voto: 6.5/10

Ragazzi, sentite la mancanza dei Guns'n Roses più sporchi e stradaioli? Non dovete andarli a cercare tanto lontano, dal veneto arrivano questi Double Cross, e al solo sentire l'iniziale "With No Illusions (I'm Back)" vi troverete proiettati in quegli anni d'oro che furono tra l'85 e il '91, quando le migliori band street 'n roll invasero il mondo. Come dite? Siamo nel 2010? E allora? La musica quando è buona non ha età, e i Double Cross se non erro come dal titolo al loro secondo album, la musica la fanno parecchio buona, a parte un momento di defaillance di cui scriverò dopo!

Articolo

Italia di Metallo cerca nuovi recensori!

Preferibilmente generi Alternative-Nu Metal, ma si valutano altri generi. Contatti alla mail italiadimetallo@yahoo.it

Recensione

Flashback

DISCORDIA - Flashback

(2010 - Masterpiece Distribution)

voto: 7/10

Nati nel 2005 i Pistoiesi Discordia dopo un E.P. datato 2008, arrivano al lavoro sulla lunga distanza con questo "Flashback" concept incentrato su una storia di vita reale tra decadenza e rinascita, come riportato nella bio della band. Si parte con la title track, strumentale che introduce "Tentazione" come si evince dai titoli dei brani, i testi sono tutti rigorosamente in italiano, e ben si amalgamano alla struttura musicale, che svaria da un possente hard rock, a sfuriate metalliche e bridge progressive davvero ottimali. Diciamo che "Tentazione" si pone come uno dei brani migliori dell'intero album, anche con un ritornello che fa subito presa, e una qualità testo/musica niente male!

Rocker del Mese

Alice

Maggio 2010

Recensione

Primordial Blasfemus Regurgitation

IMPALED BITCH - Primordial Blasfemus Regurgitation

(2010 - autoprodotto)

voto: 6.5/10

 Dopo la partecipazione nello split 'Terron Grind Squad' eccoci al nuovo disco degli Impaled Bitch,(moniker dietro al quale si cela il prolifico SoSo).

Recensione

Hapax

NUT - Hapax

(2010 - Autoprodotto)

voto: 4/10

Noia, prolissità e paranoia. Non sono mai felice quando mi trovo a “segare le gambe” ad uno o piu’ artisti, prima di tutto perché credo che ognuno abbia il diritto di esprimersi come meglio crede, in assoluta libertà.

 

Fatta questa doverosa premessa ribadisco cio’ che ho detto all’inizio, che questo disco non mi ha particolarmente esaltato.

Counter

  • Site Counter: 1,835,133
  • Visitatori Unici: 115,745
  • Published Nodes: 5,775
  • Since: 2009-11-16 15:08:49

Seguici anche...

facebookMySpaceRSS Feed