Contattaci

Per segnalare concerti o richiederci una recensione delle vostre band, scriveteci compilando il modulo in  questa pagina

Accesso utente

Chi è on-line

Ci sono attualmente 0 utenti e 8 visitatori collegati.

Ultime Recensioni

  • Copertina
    WATER CRISIS
    Sleeping Sickness
  • Copertina
    ORPHAN SKIN DISEASES
    Dreamy Reflections
  • Copertina
    DESOUNDER
    Desounder
  • Copertina
    EVERSIN
    Armageddon Genesi
  • Copertina
    FORMALIST
    No One Will Shine Anymore
  • Copertina
    KANSEIL
    Fulìsche
Copertina
WATER CRISIS
Sleeping Sickness
Copertina
ORPHAN SKIN DISEASES
Dreamy Reflections
Copertina
DESOUNDER
Desounder
Copertina
EVERSIN
Armageddon Genesi
Copertina
FORMALIST
No One Will Shine Anymore
Copertina
KANSEIL
Fulìsche

Live Report

JADISH

11 Dicembre 2009

Vertigo (ex Miura club)-Messina

Foto report a cura di Grace Maccarrone

DSCF5102 DSCF5104 DSCF5105 DSCF5108
Recensione

After Midnight

BLOODSHED - After Midnight

(2009 - Autoprodotto)

voto: 6.5/10

I sardi, da Ozieri e Sassari più precisamente, Bloodshed sono a mio parere un gruppo veramente curioso, e ciò per vari motivi. Il primo dei quali riguarda il nome che si sono scelti, che ad alcuni potrebbero forse farli apparire come una putrida realtà black/death metal sulla scia dei vari Bestial Warlust, Conqueror et similia, come fra l’altro ipotizzai dalla loro scheda presente su Metal-Archives, con scritto proprio il (sotto)-genere sopraccitato.

Live Report

Beata Beatrix

01 Gennaio 2010

Jungle Music Safari

Rocker del Mese

DarkLady

Gennaio 2010

Recensione

Redux (EP)

ARTIFEX - Redux (EP)

(2009 - Autoprodotto)

voto: 8/10

Gli artifex sono una band industrial  dai suoni molto particolari : chitarre molto distorte (distorsioni differenti anche all'interno delle stesse canzoni),tematiche psicologiche industrial, un po' di musicalità hard rock e una preparazione tecnica invidiabile. La voce posta in Sottofondo possiede quel tocco artistico azzeccato ; Gli assoli sono ottimi e ben eseguiti,così come le altre parti strumentali.

Recensione

12th Level

SCALA MERCALLI - 12th Level

(2009 - SG Records)

voto: 9/10

CAPOLAVORO!!!! la SG Records riesuma “12th Level” il primo album degli Scala Mercalli , storica speed metal band marchigiana dai forti connotati eighties (attiva sin dal 1992), mettendo a disposizione di tutti i  metallers un’autentica perla. Questo splendido album trascina l’ascoltatore da subito, in un mondo fatto di chitarre infuocate e ritmiche serratissime, si parte fortissimo con “Scream for Revenge”, chitarre e batteria in stile Thrash con un cantato sublime (dal registro esteso) e cambi di tempo mai banali...gran pezzo insomma!!!

Recensione

Ravenscry

RAVENSCRY - Ravenscry

(2009 - Autoprodotto)

voto: 8.5/10

 

talènto [ta'lɛnto]

s.m.

1 sm

{storia} nell'antica Grecia, unità di misura di peso e moneta di valore diverso secondo i luoghi e i tempi

2 sm

desiderio; volontà; disposizione, inclinazione dell'animo

3 sm

grande ingegno; genialità

 

Dopo aver ascoltato i RAVENSCRY la definizione di talento, almeno a livello musicale, mi è molto più chiara!!!

Va subito detto che questo quintetto formato da quattro ragazzi Milanesi e da una bella fanciulla Romana, merita un encomio per la produzione e per la professionalità con cui ha registrato questo EP, che è un estratto da un prossimo album composto da 12 canzoni.

Recensione

UNDERWORLD

GREAT MASTER - UNDERWORLD

(2009 - Undergrou Symphony)

voto: 6.5/10

 

Sciogliamo subito ogni dubbio : i Great Master (a dispetto del nome spocchioso) sanno suonare!!!

E si, suonano e di brutto e permettetemi, non è per niente scontato che una band che arriva al debut album sappia suonare in modo così potente e coeso.

Questo è già un punto a favore della band di “Underworld”, che si inserisce nella corsia del Power/Epic metal a 360 gradi, attingendo ora ai maestri tedeschi (Helloween, Gamma Ray, Blind Guardian) ora agli inglesi Dragonforce...passando per i Manowar (maestri indiscussi delle saghe epiche).

Recensione

Horrorchy

SUPERHORRORFUCK - Horrorchy

(2008 - Bubble Blood Records)

voto: 7/10



I Superhorrorfuck provengono da Verona e si autodefiniscono horror glam punk; tra le principali fonti di ispirazione sono citati Wedsneday 13 e i suoi Frankestein Drag Queens From Planet 13.

Recensione

390 B. C. - The Glorious Dawn

Counter

  • Site Counter: 1,751,587
  • Visitatori Unici: 112,713
  • Published Nodes: 5,798
  • Since: 2009-11-16 15:08:49

Seguici anche...

facebookMySpaceRSS Feed