Contattaci

Per segnalare concerti o richiederci una recensione delle vostre band, scriveteci compilando il modulo in  questa pagina

Accesso utente

Chi è on-line

Ci sono attualmente 0 utenti e 0 visitatori collegati.

I più Visti

Ultime Recensioni

  • Copertina
    GABRIELE BELLINI
    2018 - D.C. "Definitive Collection"
  • Copertina
    PRINCESS
    Princess
  • Copertina
    VOLAND
    Voland 2
  • Copertina
    AFTERLIFE SYMPHONY
    Lympha
  • Copertina
    MARY BRAIN
    Light After Dark
  • Copertina
    SUPERNAUGHTY
    Vol.1
Copertina
GABRIELE BELLINI
2018 - D.C. "Definitive Collection"
Copertina
PRINCESS
Princess
Copertina
VOLAND
Voland 2
Copertina
AFTERLIFE SYMPHONY
Lympha
Copertina
MARY BRAIN
Light After Dark
Copertina
SUPERNAUGHTY
Vol.1

Recensione

"X-Torsion"

Kenos - "X-Torsion"

(2010 - My Kingdom Music)

voto: 7.5/10

Terza uscita sulla lunga distanza per Kenos, quintetto dell’hinterland milanese autore di un death metal tecnico, melodico e “progressivo”, tra virgolette perché il termine è fin troppo (ab)usato. Attivi ormai da una decina d’anni, questi ragazzi sono giunti alla prova della maturità artistica, come dimostrano le note del pezzo di apertura, “Room Sexteen”, dai suoni corposi, moderni e magistralmente prodotti, che alterna ritmi velocissimi a rallentamenti di marca gothic-doom.

Recensione

Bad Ass

SHABBY TRICK - Bad Ass

(1989 - Cult'n'Rose)

voto: 9/10

Era il 1989 e la NWOIHM imperava: etichette come Metal Master sfornavano uno dietro l'altro dischi delle migliori band della penisola, LM Records e altre etichette producevano band underground, i kids popolavano i concerti, e la Cult'n'Rose pensò bene di pubblicare il primo album di questa band toscana, dedita a uno street-glam-rock'n'roll di ottima fattura.

Recensione

WTF ?!

SNAKEBITE - WTF ?!

(2009 - Bite Records )

voto: 7.5/10

La maturità è la proprietà di un organismo o di un evento dell'aver raggiunto nel tempo giusto il compimento del proprio essere. ...

Recensione

Behind the Lines

SABOTAGE - Behind the Lines

(1986 - Trans Euro Records)

voto: 8.5/10

I fiorentini Sabotage si formano nel lontano 1981: il loro primo demo vede la luce nel 1982, ma cominciano a farsi conoscere meglio con il demo del 1984, 'Rumore nel Vento' (ristampato ultimamente dalla Jolly Rogers Records). Ma è con l'arrivo in formazione del cantante Adolfo “Morby” Morviducci (ex dei senesi Airspeed), che nel 1986 giungono al primo full-lenght. 'Behind the Lines' ha una gestazione lunga e complicata, soprattutto per l'etichetta americana Trans-Euro Records, che indubbiamente non fece un gran bel lavoro nella distribuzione.

Recensione

RR rotten revenge

Intervista

Symbolyc

Arrivano sulle pagine di Italia di Metallo i Deathsters partenopei Symbolyc. A rispondere alle domande, abbiamo il chitarrista Alex

 

01 02 03 04
Live Report

Tsubo + Southern Drinkstruction at Palarockness

05 Dicembre 2009

Genzano (RM)

Foto report di Ombretta Ciarrocchi

palrockness-2005 copia palrockness-2026 copia palrockness-2046 copia palrockness-2050 copia
Intervista

Sunpocrisy


1. Abbiamo il piacere di fare quattro chiacchiere con la band Sunpocrisy. Ciao ragazzi, iniziamo subito con le presentazioni. Potete raccontarci brevemente come è nata la vostra band?

 

Recensione

The Red Behind

ARS MANIFESTIA - The Red Behind

(2009 - BlackSeed Productions)

voto: 7.5/10

Secondo album per Ars Manifestia, one man band lombarda composta da Harmful, che, come avrete di certo capito, si occupa di tutto, dalle linee vocali alla parte strumentale. "The Red Behind", edito da BlackSeed Productions, è un disco deiziosamente diabolico: crudo come solo questo genere riesce ad essere, ma con un gusto per la melodia che molto deve al sound svedese. In questo caso, direi che l'influenza di Jon Nodtveidt e dei suoi Dissection si manifesta molto spesso nei brani dell'artista lombardo.

Recensione

Incubus

MALFEITOR - Incubus

(2009 - Agonia Records)

voto: 8/10

Avevamo lasciato M.Fabban ed i suoi Malfeitor nel 2007 con "Unio Mystica Maxima", un disco che, almeno personalmente, non mi aveva colpito più di tanto. L'ho trovato giusto un ritorno del bassista e fondatore degli Aborym a sonorità più prettamente Black, e basta: un lavoro un po' "scolastico", per così dire.

Counter

  • Site Counter: 1,842,037
  • Visitatori Unici: 116,880
  • Published Nodes: 5,779
  • Since: 2009-11-16 15:08:49

Seguici anche...

facebookMySpaceRSS Feed