Contattaci

Per segnalare concerti o richiederci una recensione delle vostre band, scriveteci compilando il modulo in  questa pagina

Accesso utente

Chi è on-line

Ci sono attualmente 0 utenti e 0 visitatori collegati.

Prossimi Eventi

Ultime Recensioni

  • Copertina
    SOUL OF STEEL
    Rebirth
  • Copertina
    SIRJOE PROJECT
    Letze Baum
  • Copertina
    DEVIATE DAMAEN
    In Sanctitate, Benignitatis non Miseretur
  • Copertina
    PADUS
    Colloqui con il Satana
  • Copertina
    ZORA
    Mad-e In Italy (Ep 2019)
  • Copertina
    DREAM COMPANY
    The Wildest Season
Copertina
SOUL OF STEEL
Rebirth
Copertina
SIRJOE PROJECT
Letze Baum
Copertina
DEVIATE DAMAEN
In Sanctitate, Benignitatis non Miseretur
Copertina
PADUS
Colloqui con il Satana
Copertina
ZORA
Mad-e In Italy (Ep 2019)
Copertina
DREAM COMPANY
The Wildest Season

Sondaggio

IdM ha decretato "Roll the Bone" della Bud Tribe disco dell'anno 2009, secondi ex-aequo Bulldozer e White Skull, e voi?

Bud Tribe - Roll the Bone
31% (11 voti)
Bulldozer - Unexpected Fate
39% (14 voti)
White Skull - Forever Fight
31% (11 voti)
Voti totali: 36
Recensione

Calls From The Outer Space

LOADSTAR - Calls From The Outer Space

(2009 - UK Division Records-Alkemist Fanatix Europe)

voto: 6/10

 Album di esordio per i campani Loadstar, band attiva sin dal 1985, che dopo aver pubblicato ben cinque demo, si affaccia finalmente sul mercato discografico con il  primo full lenght: "Calls from the outer space". Bene, inseriamo il disco e alziamo il volume!! Si parte subito alla grande con “Shotgun Messiah”, dove la rabbia e l’ostinazione di tutti questi anni di lunga attesa si fanno sentire sprigionando la sua furia, ottimo groove e riff di chitarra. “Screen Addiction” pezzo ben articolato ed energico. “Midnite (The Time Of The Witch)”, continua la tradizione heavy/speed/classic con ritmi incalzanti e le chitarre più serrate.

Recensione

Promo 2009

FIVE ROSES - Promo 2009

(2009 - Autoprodotto)

voto: 6/10

Alcune band palesano le proprie intenzioni già dal nome, permettendoci di capire che musica andremo ad ascoltare, altre invece non lasciano trapelare nulla (ricordo che da piccolo vidi in un negozio la copertina di un LP dei Molly Hatchet....e credevo facessero power metal :D).

Recensione

Jarhead

TRODDEN SHAME - Jarhead

(2009 - Autoprodotto)

voto: 7/10


I Trodden Shame, un tempo noti come Trainhell (come si deduce dall'indirizzo del myspace), sono un quintetto proveniente dal sud Italia ed attivo da circa cinque anni. Il promo-cd 'Jarhead' è a conti fatti il loro terzo episodio, in quanto è stato preceduto negli anni passati da una demo e da un live split-cd che hanno contribuito, unitamente a una densa attività sul palco, a far girare il nome della band.

Recensione

Where Is The Beauty?

Silent Grave - Where Is The Beauty?

(2009 - Autoprodotto)

voto: 7.5/10

I Silent Grave sono un gruppo di Avellino all'esordio con questo demo autoprodotto di 4 pezzi dal titolo 'Where is the Beauty?'. Fondato dal batterista Carmine Savino affiancato dal giovanissimo chitarrista Alessandro Salza completano la atipica formazione tre ragazze, la cantante Giusy Tiso, la violinista Mariacarmela Li Pizzi e la bassista Eleonora Balaceanu. Il progetto nasce su basi metal ma ben presto si evolve verso sonorità 'classiche e liriche' anche grazie alla voce di Giusy ed al violino di Mariacarmela che dominano prepotentemente il suono complessivo. Scordatevi Nightwish e Epica, ma piuttosto un 'teatro di suoni' gotici senza voci growl o accellerazioni thrash. La title track rimane subito in testa con il riff molto folk del violino ed il suo incedere epico.

Recensione

Domino / Consequence

Recensione

A Short Lived Hope

Rocker del Mese

Foxy Deville

Febbraio 2010

Recensione

"Corridors"

MIDRYASI - "Corridors"

(2009 - Iron Tyrant)

voto: 9/10

Provenienti da Gallarate, in provincia di Varese, i Midryasi si sono formati nel 2002 e ora arrivano al secondo lavoro dopo un interessante esordio omonimo nel 2005 e una lunga pausa dalla sala di incisione, durante la quale hanno suonato in Italia e all’estero con nomi del calibro di Witchcraft, The Heads, Doomraiser, Zippo e Wall of Sleep. La musica proposta da questo power trio è un heavy-psych ad alto tasso di acidità con influenze doom metal e space (anche kraut!) rock. Rispetto all’esordio, "Corridors" fa registrare un deciso salto di qualità, combinando tutta l’attitudine lisergica e “spaziale” dei nostri con un approccio molto maturo, focalizzato e anche originale.

Recensione

Brutal Realities

SUFFER IN SILENCE - Brutal Realities

(2009 - SG Records)

voto: 8/10

 

Dalla romagna oggi abbiamo per voi i Suffer in Silence quartetto attivo dal 2002 che non ha potuto evitarsi il solito calvario legato ai cambi di formazione.

Counter

  • Site Counter: 2,242,191
  • Visitatori Unici: 129,987
  • Published Nodes: 6,027
  • Since: 2009-11-16 15:08:49

Seguici anche...

facebookMySpaceRSS Feed