Contattaci

Per segnalare concerti o richiederci una recensione delle vostre band, scriveteci compilando il modulo in  questa pagina

Accesso utente

Chi è on-line

Ci sono attualmente 0 utenti e 2 visitatori collegati.

Prossimi Eventi

Ultime Recensioni

  • Copertina
    MAYSNOW
    The Unexpected
  • Copertina
    DOME LA MUERTE AND THE DIGGERS
    The House Of Lily
  • Copertina
    MYSTERIA NOCTIS
    Vulnera
  • Copertina
    UNDERTAKERS
    Dictatorial Democracy
  • Copertina
    VESTA
    Odyssey
  • Copertina
    MR BISON
    Seaword
Copertina
MAYSNOW
The Unexpected
Copertina
DOME LA MUERTE AND THE DIGGERS
The House Of Lily
Copertina
MYSTERIA NOCTIS
Vulnera
Copertina
UNDERTAKERS
Dictatorial Democracy
Copertina
VESTA
Odyssey
Copertina
MR BISON
Seaword
Recensione

Disordine Nuovo

PALKOSCENIKO AL NEON - Disordine Nuovo

(2010 - BJS Autoproduzioni/Box Populi)

voto: 8/10

Dopo aver recensito l'ep apri-pista "Lungo la Strada", eccomi qui con il nuovo lavoro della band romana, che con questo giunge al quarto cd della sua storia iniziata ormai 5 anni fa. Un sound che spazia tra vari generi e che si può riassumere in crossover quello proposto dal gruppo apertamente schierato politicamente, nella bio spicca una storica frase sulla rivoluzione di Mao Tze Tung, giusto per farvi capire da che parte sono.. A noi però interessa il lato musicale  e già da "A un Passo da Te" questo ci piace eccome!

Recensione

Ferocity

A BURIED EXISTENCE - Ferocity

(2008 - Autoprodotto)

voto: 7/10

Lo vogliamo chiamare supergruppo? E chiamiamolo dai, visti i componenti della band che sono Gianluca Molè (Glacial Fear alla chitarra), Marko Veraldi (Land of Hate e Uranium235 alla voce), TatO (Zora, Glacial Fear al basso),  Alessandro Vinci (batteria) anche se all'ep in questione hanno partecipato come guest Francesco Merante (lead guitar) e 
Peppe Pascale (electronic drum). Quindi una parte della scena calabrese si ritrova in questo disco datato già 2008.

Recensione

…For Chaos, Obscurity and Desolation…

BLASPHEMOPHAGHER - …For Chaos, Obscurity and Desolation…

(2010 - Nuclear War Now! Productions)

voto: 9/10

Se c'è una band a dir poco chiacchierata nella scena estrema italiana, è di certo quella di cui sto per accingermi a parlare: i marchigiani Blasphemophagher, arrivati con questo "…For Chaos, Obscurity and Desolation…" al secondo album (ai quali si aggiungono due demo, tre split ed un EP).

Recensione

The Red Side

CHARME - The Red Side

(2009 - Autoprodotto)

voto: 7.5/10

Provengono da Siena e provincia gli Charme, band attiva dal 2003, che dopo cambi di formazione e un precedente disco edito nel 2005 si presentano con questo nuovo "The Red Side".  Non conosco il lavoro precedente ma devo dire che questo è davvero ben fatto, la band è composta da quattro elementi, Eva Sestini alla voce, Mattia Mattei basso e voce, Saverio Bartoli alle chitarre e Fabrizio Agostini alle tastiere. Sin dalla intro "Faithless" si intuiscono le influenze primarie della band che mixa Simphony X con Depeche Mode e strizza l'occhia ai nostrani Lacuna Coil, molti giochi di elettronica impreziosiscono il tutto.

Recensione

Prologue

WATZLAWICK - Prologue

(2009 - Autoprodotto)

voto: 8.5/10

 Paul Watzlawick è stato uno psicologo austriaco, primo esponente dell'autorevole scuola americana di Palo Alto. Fautore degli studi sulla pragmatica della condizione umana e delle teorie del cambiamento e del costruttivismo radicale ebbe un ruolo di spicco nell'evoluzione degli studi della comunicazione e dei problemi umani. Quale nome più adatto quindi per una band assolutamente anticonvenzionale, ipnotica e suggestiva?

I Watzlawick sono un gruppo originario di Pisa, formato nel gennaio del 2009 da Luca Cantini (Voce), Luca Federighi (Chitarra), Filippo Cosci (Basso) e Vanni Anguillesi (Batteria) che si presentano al grande pubblico con la loro prima prova in studio, l'EP “Prologue”.

Articolo

Bulldozer-Unexpected Fate cd dell'anno per i lettori di IdM

Si è concluso il sondaggio e i Bulldozer vincono con il 39% dei voti, pari merito al secondo posto per White Skull e Bud Tribe! A breve il nuovo editoriale dedicato al metal esclusivo.. polemiche a non finire:)

Recensione

The Synthetic Bliss

MOTUS TENEBRAE - The Synthetic Bliss

(2009 - New Lm Records)

voto: 7.5/10

Tornano con il loro terzo lp, quarto lavoro compreso l'ep di esordio, i toscani Motus Tenebrae, band attiva ormai dal lontano 2001.

Recensione

"Equilibrium Part I"

Glacial Fear - "Equilibrium Part I"

(2009 - Do It Yourself Conspiracy)

voto: 9/10

Verso la fine del 2009, a un paio d’anni di distanza da Filthy Planet, il loro terzo lavoro sulla lunga distanza, i Glacial Fear sono tornati con una nuova (auto)produzione, a titolo Equilibrium Part I. Quattro brani ottimamente registrati al Soundfarm Studio di proprietà del chitarrista e membro fondatore Gianluca Molè, che ripropongono il quartetto calabrese ai vertici del metal italiano. Metal e non solo nella loro musica, tuttavia, in quanto i Glacial Fear hanno anche solide influenze hardcore, come dimostrano sia la scelta, molto originale, di coverizzare un brano dei Refused, sia l’impostazione vocale del cantante Peppe, di matrice screaming sulla falsariga di quanto proposto da Converge e Hatebreed, ad esempio.

Recensione

Heavy Damage

GAME OVER - Heavy Damage

(2009 - Autoprodotto)

voto: 7.5/10

Dopo avervi parlato dei Lilyum  eccovi invece adesso i Game Over, che probabilmente faranno gridare di gioia molti così detti “nostalgici” tanto la musica di questo classico e giovane quartetto di Ferrara, nato nel 2008 ed attualmente costituito da Reno voce e basso, Ziro e Sanso chitarre, Med batteria, ricorderà anni mai morti e dimenticati, e credo che già dalla copertina spartana e vecchia scuola dell’ep “Heavy Damage”, seconda prova del gruppo pubblicata come indipendente negli ultimi giorni dell’anno scorso dopo il demo “Thrash Is Back!” datato 2009, si capisca decisamente da quali parti stiamo andando a parare.

Recensione

Fear Tension Cold

LYLIUM - Fear Tension Cold

(2010 - Salute Records)

voto: 8/10

Freddezza, follia, Apocalisse: questi sono i 3 termini che mi vengono in mente ascoltando il terzo album, pubblicato presso la Salute Records il 1° Febbraio 2010, dei torinesi Lilyum, duo formatosi nel 2002 come gruppo (parole di Metal-Archives) di “thrash/groove metal”, e costituito da sempre da Lord J.H. Psycho voce, e Kosmos Reversum chitarre, basso e drum-machine.

Counter

  • Site Counter: 2,755,983
  • Visitatori Unici: 141,643
  • Published Nodes: 6,462
  • Since: 2009-11-16 15:08:49

Seguici anche...

facebookMySpaceRSS Feed