Contattaci

Per segnalare concerti o richiederci una recensione delle vostre band, scriveteci compilando il modulo in  questa pagina

Accesso utente

Chi è on-line

Ci sono attualmente 0 utenti e 7 visitatori collegati.

Ultime Recensioni

  • Copertina
    SNEI AP
    (In)Sane Minds
  • Copertina
    PEAKS
    Peaks
  • Copertina
    VEXOVOID
    Call Of The Starforger
  • Copertina
    MANACH SEHERATH
    Timeless Tales
  • Copertina
    RAZGATE
    Feral Evolution
  • Copertina
    ELDRITCH
    Cracksleep
Copertina
SNEI AP
(In)Sane Minds
Copertina
PEAKS
Peaks
Copertina
VEXOVOID
Call Of The Starforger
Copertina
MANACH SEHERATH
Timeless Tales
Copertina
RAZGATE
Feral Evolution
Copertina
ELDRITCH
Cracksleep

Recensione

Indians

NIGHTRAID - Indians

(2017 - L.M. Records)

voto:

Gli hardrockers ternani Nightraid, formatisi nel 2013 per rendere omaggio all’espressione musicale di gruppi che hanno reso celebri le sonorità hard’n’heavy nel mondo, come Motorhead, AC/DC, Ozzy Osbourne, solo dopo aver trovato un assetto stabile e continuativo, entrano in studio nel 2016 per registrare la prima fatica discografica dal titolo 'Indians', pubblicata da L.M. Records nel Giugno del 2017. 

Recensione

Bomba W W La Guerra!

JOE PERRINO'S GROG - Bomba W W La Guerra!

(2017 - Minotauro Records)

voto:

Avevamo apprezzato non poco nel 2015 'L'Esercito Del Male' e quindi il ritorno dei Joe Perrino's Grog lo attendevamo con impazienza. Il nuovo album dall'esemplicativo titolo di 'Bomba W W La Guerra!' ci presenta però solo 6 brani e questo lo potrebbe quindi ridurre ad un'Ep, peccato perchè la band sarda ha un potenziale altissimo e la voglia di ascoltare qualche brano in più viene un po' disattesa, ma ce ne faremo una ragione.

Articolo

'Architecture Of A God' dei Labyrinth disco dell'anno 2017 per la redazione di Italia di Metallo

Tiriamo le somme sull'anno appena conclusosi: è il momento di fare una classifica degli album che hanno visto la luce nel corso del 2017. Quest'anno è stata una sfida a due tra Labyrinth e Unreal Terror, con i primi che conquistano il gradino più alto del podio con 'Architecture Of A God'.

 

Di seguito la nostra top-5; presto sarà creato un sondaggio in cui anche voi potrete dire la vostra.

Recensione

Handful of Stars

WITCHWOOD - Handful of Stars

(2017 - Jolly Roger Records )

voto:

Dopo l’ottimo “Litanies from the Woods”, i nostrani Witchwood ritornano con una interessante e particolare uscita, L’Ep “Handful of Stars’. Dico particolare perché ci troviamo davanti a un lavoro con una durata complessiva di un album intero e tutto ciò farà piacere ai fan della band romagnola che, con grande devozione alla causa del buon rock anni '70, trattano con rispetto i loro seguaci pubblicando questo EP.

Recensione

Human Trash Deluxe

MALEDIA - Human Trash Deluxe

(2017 - Via Nocturna)

voto:

I capitolini Maledia sono una band dedita ad un melodico death metal con divagazioni sinfoniche. Il loro nuovo lavoro 'Human Trash Deluxe' è un lavoro adorabile e strutturato molto bene, ma andiamo ad analizzarlo più da vicino.

L'album parte con una 'Intro' inquietante, preludio di quello che potrà succedere nei prossimi brani...  'Not Homologated' ad esempio è un brano suonato con un impatto devastante, prestazione vocale potente e precisa, struttura del brano conforme allo stile proposto.

Recensione

Duality

ALBERTO RIGONI - Duality

(2017 - PRS MUSIC)

voto:

Alberto Rigoni...chi? Parto dal presupposto che oltre ad averlo già recensito nel corso degli anni, del nostro grande musicista tutto made in Italy, si potrebbero scrivere libri sulle sue abilità compositive e tecniche, per chi non lo conoscesse sarebbe un grande peccato e dovrebbe provvedere a scoprire e ascoltare questo grande artista.

'Duality' è il suo nuovo album.  'Song For My Soul' col maestro Mistheria è un brano gioiello, descriverlo sarebbe un grande peccato, tutto da ascoltare e gustare ogni singola nota.

Rocker del Mese

Letizia

Dicembre 2017

Fotografia
Recensione

Di(O)scuro

RUDHEN - Di(O)scuro

(2017 - Autoprodotto)

voto:

Dopo due Ep datati 2014 e 2015 per i trevigiani Rudhen, adesso esce il primo full-lenght dal titolo 'Di(O)scuro', sette tracce di cui due strumentali che si muovono tra lo stoner e il doom. 

Discreta vena compositiva la loro pur muovendosi su basi ormai classiche riescono infatti a districarsi con estrema abilità, i suoni non sono perfetti, quasi lo-fi anche per l'insistente uso di distorsori, ma l'insieme costituisce un buon prodotto. Suoni ossessivi, cupi, accompagnati dal basso di Davide Lucato che insieme ai riff di Fabio Torresan crea un muro sonoro imponente. Le ossessive atmosfere spesso si accavallano a suoni psichedelici di provenienza stoner elevando il suono. 

Recensione

Metalmorphosis

ATHLANTIS - Metalmorphosis

(2017 - Diamond Prod.)

voto:

I liguri Athlantis vedono la luce nel 2003 per volere del bassista Steve Vawamas (anche militante in band quali Mastercastle, Bellathrix e Ruxt, nonché ex-Shadows Of Steel), e con questo ‘Metalmorphosis’ ci propongono un power metal ruggente e con nostalgici rimandi agli anni ottanta/novanta. In verità, la storia di ‘Metalmorphosis’ è piuttosto travagliata: il disco, infatti, doveva essere rilasciato quasi dieci anni fa, nel 2008, ma venne momentaneamente accantonato per vedere la luce solo nel 2017 sotto Diamonds Prod.

Recensione

Quid Est Veritas?

MYSTERIA NOCTIS - Quid Est Veritas?

(2017 - Areasonica Records)

voto:

Tornano a distanza di due anni i Mysteria Noctis e lo fanno con un album di soli due brani, ma il primo che dà anche il titolo all'opera, dura oltre 13 minuti, in pratica una suite in cui convergono più momenti musicali a partire da una lunga intro parlata per poi confluire in una serie di sonorità che avvicinano i ragazzi di Como a band più blasonate del nuovo movimento prog mondiale, Porcupine Tree su tutte. 

La ricerca che è espletata in ogni nota di questo cd e soprattutto di questo brano, pone i Mysteria Noctis come una delle novità maggiormente appetibili per chi ama suoni ricercati, sperimentali e con testi pregevoli. 

Counter

  • Site Counter: 1,725,580
  • Visitatori Unici: 107,215
  • Published Nodes: 5,812
  • Since: 2009-11-16 15:08:49

Seguici anche...

facebookMySpaceRSS Feed