Contattaci

Per segnalare concerti o richiederci una recensione delle vostre band, scriveteci compilando il modulo in  questa pagina

Accesso utente

Chi è on-line

Ci sono attualmente 0 utenti e 1 visitatore collegati.

Ultime Recensioni

  • Copertina
    WATER CRISIS
    Sleeping Sickness
  • Copertina
    ORPHAN SKIN DISEASES
    Dreamy Reflections
  • Copertina
    DESOUNDER
    Desounder
  • Copertina
    EVERSIN
    Armageddon Genesi
  • Copertina
    FORMALIST
    No One Will Shine Anymore
  • Copertina
    KANSEIL
    Fulìsche
Copertina
WATER CRISIS
Sleeping Sickness
Copertina
ORPHAN SKIN DISEASES
Dreamy Reflections
Copertina
DESOUNDER
Desounder
Copertina
EVERSIN
Armageddon Genesi
Copertina
FORMALIST
No One Will Shine Anymore
Copertina
KANSEIL
Fulìsche

Intervista

Hopeless

In quanto partner dello Sbamfest, di cui abbiamo già intervistato gli organizzatori, andiamo a dare spazio alle band che ne calcheranno il palco! Parola agli Hopeless.

Intervista

Energy Of The Elements

In quanto partner dello Sbamfest, di cui abbiamo già intervistato gli organizzatori, andiamo a dare spazio alle band che ne calcheranno il palco! Ecco a voi gli Energy Of The Elements.

Intervista

A Reason To Begin

In quanto partner dello Sbamfest, di cui abbiamo già intervistato gli organizzatori, andiamo a dare spazio alle band che ne calcheranno il palco! Oggi è il turno degli A Reason To Begin.

Intervista

Infected

In quanto partner dello Sbamfest, di cui abbiamo già intervistato gli organizzatori, andiamo a dare spazio alle band che ne calcheranno il palco! Scambiamo due chiacchiere con gli Infected.

Recensione

Voland EP

VOLAND - Voland EP

(2017 - Masked Dead Records)

voto:

Non è insolito sentirsi inspiegabilmente legati e connessi ad una terra diversa da quella d’origine, è uno stato d’animo che io stessa conosco molto bene: i Voland, per esempio, hanno le radici a Bergamo ma il cuore in Russia (lo stesso nome della band nient’altro è che il modo in cui viene chiamato Satana ne “Il Maestro e Margherita” di Bulgakov) ed hanno scelto di ambientare il loro eponimo EP proprio in questa nazione sconfinata, teatro di molteplici avvenimenti storici.

Recensione

Reborn In Aesthetics

KANTICA - Reborn In Aesthetics

(2017 - Revalve Records)

voto:

I Kantica nascono a Savona nel 2014 dalle ceneri di un precedente progetto chiamato Keeper Of Time, il tutto per volere del chitarrista Matteo ‘Vevo’ Venzano, desideroso di trovare elementi in grado di unire il suono tipico dell’ heavy/power con partiture orchestrali care alla musica classica. Dopo una ricerca indefessa e vari cambi di line-up, la formazione finalmente si assesta e rende possibile la registrazione di questo stesso LP di cui andiamo ad occuparci, ‘Reborn In Aesthetics’, rilasciato sotto Revalve Records.

Recensione

Pandaemonium

BLACK RAINBOWS - Pandaemonium

(2018 - Heavy Psych Sounds)

voto:

Atmosfere seventies, simili a quelle proposte dai Cathedral e dal rock di quel periodo, aprono questo bel lavoro dei Black Rainbows.

Produzione professionale, bei suoni distinti, una gran voce e ottimi musicisti racchiudono in una sola frase questo bel lavoro del combo di rockers nato in quel di Roma nel 2007.

Si comincia con la bella 'Sunrise' che mette in chiaro subito il genere proposto dalla band, atmosfere da Woodstock dei tempi che furono accompagnano tutta la durata del brano.

'High To Hell' continua su una composizione simile alla precedente ma più cadenzata, la semplicità stessa del brano mai troppo monotona tiene l'ascoltatore attento fino alla fine. 

Intervista

Sbamfest: gli organizzatori

Nei primi giorni di giugno lo Sbamfest giunge alla seconda edizione: scambiamo due parole con gli organizzatori Elisa e 

Recensione

Reborn

GIANLUCA MAGRI - Reborn

(2017 - Red Cat Records Inst Fringe/Audioglobe/The Orchard)

voto:

È veramente festoso, positivo e gioioso l’incipit di questo dischetto: un brano dal titolo “Reborn” che sembra proprio voler comunicare una fame di vita nuova e cose belle! Peccato che la performance del batterista sia compromessa da quelli che sembrano suoni campionati (o un’esecuzione di robotica  omogeneità), che vanno ad azzoppare la vivace autenticità rock che il chitarrista veneto vuole dimostrare.

Recensione

(In)Sane Minds

SNEI AP - (In)Sane Minds

(2018 - Volcano Record & Promotion)

voto:

Quando ormai le davo per disperse ecco che le Snei Ap tornano più vive che mai con un nuovo contratto discografico siglato con l'emergente etichetta Volcano Record & Promotion. La formazione rispetto ai precedenti lavori vede due nuovi elementi, infatti accanto alle storiche componenti Sonia 'Wild' Ghirelli alla batteria e Valeria 'Goz' Trevisan al basso, troviamo la cantante (terza su tre uscite discografiche) Angie 'The Lioness' Prati (vechia conoscenza con le Diamond Beast) e il chitarrista Adil 'Damage' Bnouhania, primo membro maschile della band che prende il posto della storica chitarrista e compositrice Attila.

Counter

  • Site Counter: 1,751,465
  • Visitatori Unici: 112,680
  • Published Nodes: 5,794
  • Since: 2009-11-16 15:08:49

Seguici anche...

facebookMySpaceRSS Feed