Contattaci

Per segnalare concerti o richiederci una recensione delle vostre band, scriveteci compilando il modulo in  questa pagina

Accesso utente

Chi è on-line

Ci sono attualmente 0 utenti e 1 visitatore collegati.

Prossimi Eventi

Ultime Recensioni

  • Copertina
    RELEASE THE BLACKNESS
    Tragedy
  • Copertina
    DISEASE
    Into The Red
  • Copertina
    ANGEL MARTYR
    Nothing Louder Than Silence
  • Copertina
    IN TORMENTATA QUIETE
    Krononota
  • Copertina
    ERESIA
    NeocosmO
  • Copertina
    FUORIUSO
    Teenage Disease
Copertina
RELEASE THE BLACKNESS
Tragedy
Copertina
DISEASE
Into The Red
Copertina
ANGEL MARTYR
Nothing Louder Than Silence
Copertina
IN TORMENTATA QUIETE
Krononota
Copertina
ERESIA
NeocosmO
Copertina
FUORIUSO
Teenage Disease
Recensione

The War They Feed

TORMENT - The War They Feed

(2020 - Punishment 18 Records)

voto:

I Torment dopo una genesi molto travagliata e segnata da diversi cambi di line-up, (che attanagliano da sempre la band), durata quasi sette anni, danno alla luce il loro terzo full - lenght dal titolo 'The war they feed', album che non tradisce la vocazione Thrash del gruppo arrichhendola di spunti di modernità molto interessanti.

L'album inizia con una song "Power Abuse" dove il thrash classico di band come Xentrix Anthrax e Destruction risuona potentemente con stacchi mosh "dei bei vecchi tempi" che mi hanno fatto felice come un bambino a Natale!!!

Recensione

Divina Commedia - Paradiso

STARBYNARY - Divina Commedia - Paradiso

(2020 - Art Gates Records)

voto:

Gli STARBINARY, band formata da capacissimi musicisti, hanno pubblicato questo “Divina Commedia – Paradiso” il 13 Novembre scorso per la Art Gates Records e, come qualcuno avrà già potuto intuire, è il disco a chiusura della trilogia ispirata a uno dei più grandi capolavori dell'umanità.

Recensione

Millennial Anthems you don't care about

DISEASE - Millennial Anthems you don't care about

(2020 - Autoprodotto )

voto:

La scelta di un nome così inflazionato e di così difficile individuazione univoca su google non è dovuta all’ingenuità di una band di principianti, ma credo voglia essere l’orgogliosa testimonianza e rivendicazione di chi, come Flavio Tempesta, c’era già da prima.

Recensione

Doom Session Vol. 2

1782-ACID MAMMOTH - Doom Session Vol. 2

(2020 - Heavy Psych Sounds Records)

voto:

Eccoci al secondo split della collana “Doom Session” pensata e creata da quei marpioni della Heavy Psych Sounds Records che a questo turno ci presentano materiale “mediterraneo”: gli ellenici Acid Mammoth e i nostrani 1782. Tanta roba.

Recensione

Urstoff

RUST - Urstoff

(2018 - Dusktone)

voto:

Nati dalla fusione di varie entità della scena, estrema e non, torinese, i Rust rilasciano un 6 tracce molto intenso e variegato, edito già nel 2018 da Dusktone.

La proposta musicale trova sicuramente radici espressive e compositive in realtà blasonate quali Katatonia, Paradise Lost e Opeth, tanto per citare una triade meravigliosa ed unica che mi ha accompagnato nel mio cammino musicale, ma la mia mente è volata indietro nel tempo di tantissimi anni, sino a scomodare un ensemble norvegese che nel 1995 partorì il suo unico, irripetibile full-length, ovvero i Ved Buens Ende di “Written In Waters”…

Rocker del Mese

Sylvia

Febbraio 2021

Fotografia
Recensione

The Dark Side of God

PRINCESS - The Dark Side of God

(2020 - Swan Edition )

voto:

Veramente ammirevole la prolificità dei Princess che, dopo l'ottimo "Lovely Heaven Crazy Band", ritornano con una nuova opera intitolata "The Dark Side  of God". Se l'album precedente era influenzato dai magici Queen, questo nuovo album risulta molto piu' roccioso e con suoni che devono moltissimo sia al miglior heavy  metal anni 80 che alla spendida colonna sonora dei Goblin "Tenebre".

Recensione

Beyond the Shores (On Death And Dying)

SHORES OF NULL - Beyond the Shores (On Death And Dying)

(2020 - Spikerot Records)

voto:

Gli Shores of Null sono un gruppo romano le cui tendenze stilistiche doom e gothic mi ricordano molto i My dying bride, ovviamente con un carattere e una personalità ben delineata, stilisticamente, nella testualità e nella sonorità dei loro lavori. In attività dal 2013, e con una formazione piena e ricca: due chitarre, un basso, una batteria ed una voce, a mio parere, la formazione perfetta, dove si riesce a sperimentare tanto.

Recensione

Blu

NORSE - Blu

(2020 - Vina Records, Kono Dischi, Fresh Outbreak Records, Longrail Records,Tomb Tree Tapes, Clever Eagle Records e The Ghost Is Clear Records )

voto:

Ep di quattro brani quello dei trio biellese Norse, uscito per ben 7 etichette, quattro italiane e tre nord americane. La musica proposta, con testi in italiano, è un punk hardcore virato al dark. Distribuito in tutte le piattaforme digitali esce anche in due tirature limitate (Eu/USA) su cassetta, alla vecchia maniera.

Recensione

ReBurn

BRAND NEW PUNCH - ReBurn

(2020 - Cult of Parthenope)

voto:

Non le mandano certo a dire, i Brand New Punch, nei 6 brani che compongono questo ep 'ReBurn', che ne segna il ritorno sulla scena a distanza di qualche anno dal suo predecessore. Personalmente mi trovo ad occuparmene per la prima volta, anche perchè il genere groove sulle nostre pagine non ha molto spazio per la cronica mancanza di esperti del genere.

Lungi da me l'esserlo, ma dopo qualche ascolto mi è sembrato giusto dare spazio al quartetto di Cassino, non fosse altro per la conoscenza personaòle di alcuni di loro avvenuta qualche anno fa.

Counter

  • Site Counter: 2,821,523
  • Visitatori Unici: 146,110
  • Published Nodes: 6,989
  • Since: 2009-11-16 15:08:49

Seguici anche...

facebookMySpaceRSS Feed