Contattaci

Per segnalare concerti o richiederci una recensione delle vostre band, scriveteci compilando il modulo in  questa pagina

Accesso utente

Chi è on-line

Ci sono attualmente 0 utenti e 2 visitatori collegati.

Ultime Recensioni

  • Copertina
    NECRODEATH
    Defragment of Insanity
  • Copertina
    FROZEN CROWN
    Crowned In Frost
  • Copertina
    EXPERIOR OBSCURA
    Iter In Nebula
  • Copertina
    VIRTUAL TIME
    Animal Regression
  • Copertina
    FIST OF RAGE
    Black Water
  • Copertina
    EVA CAN'T
    Febbraio
Copertina
NECRODEATH
Defragment of Insanity
Copertina
FROZEN CROWN
Crowned In Frost
Copertina
EXPERIOR OBSCURA
Iter In Nebula
Copertina
VIRTUAL TIME
Animal Regression
Copertina
FIST OF RAGE
Black Water
Copertina
EVA CAN'T
Febbraio

Recensione

The Legendary Sheperds Of The Forest

HOLY SHIRE - The Legendary Sheperds Of The Forest

(2018 - Heavy Metal Records UK (Revolver Records))

voto:

Da bravi milanesi, gli Holy Shire cercano di fare le cose per bene, da professionisti, raggiungendo anche traguardi apprezzabili. Nonostante qualche aggiustamento di formazione, col secondo disco non si distanziano molto, stilisticamente, da quanto proposto nel 2012 con “Midgard”, sia nel bene sia nel male. Una selva di musicisti (i sette ufficiali più svariati ospiti) è artefice di questo disco di innegabile personalità e forte identità.

Rocker del Mese

Diamante

Novembre 2018

Fotografia
Recensione

Deception's End

HERUKA - Deception's End

(2018 - Narcoleptica Productions)

voto:

Parlare di questo lavoro del combo romano Heruka, non é assolutamente un'impresa semplice. Non lo é per svariati motivi che contrastano pienamente con la proposta in se. Un lavoro che per un ascolto veloce parrebbe scarno e privo di fondamenta ma che in realtá, nonostante tutto, ha tanto da dire e mettere in mostra. Il fatto che i nostri abbian presentato ben sedici brani in questa loro opera farebbe suonare un campanello d'allarme che indicherebbe una band troppo indulgente nel sfornare brani o al contrario una che sa dove andar a parare senza timore di fare una figuraccia e sembrare troppo spavalda.

Recensione

Perceptions

WATERSHAPE - Perceptions

(2018 - Atomic Stuff)

voto:

Esame finale, prova selettiva di conclusione del corso accademico; gli studenti nelle prime file, genitori, parenti,amici, amiche e fidanzate qualche fila più indietro.

Recensione

2018 - D.C. "Definitive Collection"

GABRIELE BELLINI - 2018 - D.C. "Definitive Collection"

(2018 - Qua' Rock Records)

voto:

Non è facile trovare artisti in grado di cambiare pelle ad ogni pezzo che compongono. Gabriele Bellini è in grado di riuscirci in maniera estremamente naturale. Chitarrista di origini pistoiesi, comincia a studiare lo strumento all’età di 11 anni e inizia a farsi notare come collaboratore di diverse band a partire dai 20.

Recensione

Princess

PRINCESS - Princess

(2018 - Swan Edition )

voto:

I Princess nascono a Roma da un’idea di Freddie Wolf e Orlando Monteforte che, ispirati dall’hard rock e dal prog, danno vita a questo interessante progetto.

Recensione

Voland 2

VOLAND - Voland 2

(2018 - Masked Dead Records )

voto:

Una tastiera oscura e un coro epico aprono il lavoro dei Voland dal titolo 'Voland 2'. Questo avviene in '1917', song potente e ben cadenzata, alternando ritmi veloci a rallentamenti improvvisi, voce growl e pulita, quest'ultima supportata e sostenuta da backing vocals ben fatte Bello il finale con un blast beat, non banale come i soliti e chitarre ritmiche che fanno muro. Unico appunto il volume troppo sostenuto di keys e synth, sovrasta troppo gli altri strumenti.

Recensione

Lympha

AFTERLIFE SYMPHONY - Lympha

(2018 - Revalve Records)

voto:

Già ospiti sulle pagine di Italia di Metallo, gli Afterlife Symphony fanno nuovamente capolino sulla nostra webzine con il loro ultimo lavoro, ‘Lympha’, rilasciato sotto Revalve Records.

Recensione

Light After Dark

MARY BRAIN - Light After Dark

(2018 - Valery Records)

voto:

I Mary Brain sono un quartetto proveniente da Modena in attività dal 2006 e con all'attivo un Ep ('Pay For Your Sins') e un Lp ('Regression Of Human Existence'). I Mary Brain hanno inventato il Metarock. E con questo ptrei già chiudere la recensione, infatti loro dicono di non suonare metal, rock p prog e quindi mi chiedo cosa ci facciano sulle nostre pagine online. Ma io non sono cattivo e quindi dato che da queste pagine c'erano già passati approfondisco la mia cultura col metarock di loro invenzione e mi accingo all'ascolto di questo 'Light After Dark' uscito per Valery Records.

Recensione

Vol.1

SUPERNAUGHTY - Vol.1

(2018 - Argonauta Records)

voto:

I livornesi Supernaughty prendono vita e forma nel 2014 da un'idea di Filippo Del Bimbo (chitarra) accompagnato da Alessio Franceschi (batteria), Angelo Fagni (voce) e Andrea Burroni (basso) successivamente sostituito da Luca Raffoni. Nei primi tempi la band si dedica a suonare cover dei Black Sabbath e a rodarsi live, nel frattempo inizia a comporre pezzi propri uscendo nel 2015 con un'Ep 3 tracks dal titolo 'Welcome To My V' che li fa conoscere maggiormente. Si arriva così al 2017 nell'estate del quale registrano questo 'Vol.1' che uscirà nel febbraio di quest'anno sotto l'egida della Argonauta Records.

Counter

  • Site Counter: 1,958,218
  • Visitatori Unici: 122,289
  • Published Nodes: 5,984
  • Since: 2009-11-16 15:08:49

Seguici anche...

facebookMySpaceRSS Feed