Contattaci

Per segnalare concerti o richiederci una recensione delle vostre band, scriveteci compilando il modulo in  questa pagina

Accesso utente

Chi è on-line

Ci sono attualmente 0 utenti e 2 visitatori collegati.

Prossimi Eventi

Ultime Recensioni

  • Copertina
    M.I.L.F.
    Rolling Thunder
  • Copertina
    CONSUMER
    Consumer
  • Copertina
    DIMH PROJECT
    Hands Off
  • Copertina
    LUNARSEA
    Earthling\Terrestre
  • Copertina
    SUPERHORROR
    Italians Die Better
  • Copertina
    MOTOSEGA
    Another Lost Chance...To Shut Your Mouth
Copertina
M.I.L.F.
Rolling Thunder
Copertina
CONSUMER
Consumer
Copertina
DIMH PROJECT
Hands Off
Copertina
LUNARSEA
Earthling\Terrestre
Copertina
SUPERHORROR
Italians Die Better
Copertina
MOTOSEGA
Another Lost Chance...To Shut Your Mouth
Recensione

Time To Be Heroes

SAINTS TRADE - Time To Be Heroes

(2019 - Art Of Melody Music)

voto:

1, 2, 3, 4 let's party!

Per chi non ha troppe pretese, nè stilistiche nè di una presentazione di una tecnica iperbolica, ecco a voi bello e pronto all'uso il trio bolognese dei Saints Trade.

Nati nel 2009 dalla voglia esagerata di suonare un Hard Rock bello diretto ed ascoltabile, senza tanti fronzoli. Volume alto, leviamo lieti i nostri calici e lasciamoci trasportare beatamente dalle fresche atmosfere proposte in questo "Time To Be Heroes".

Recensione

Decadenza

DEADLY CARNAGE - Decadenza

(2008 - Autoprodotto)

voto:

Quando si parla di black italiano nel corso degli ultimi quindici anni, spesso si tende a guardare ai soliti nomi, spesso giganti appesantiti da due decadi di attività che riciclano idee già logore in modi discutibili.

Temibile, bizzarro, curioso e bergmaniano. E poi l'abisso, il buio, la lunga caduta giù, lungo tutto l'imbuto dell'inferno.

Intervista

BLACK RAINBOWS

Eccoci ancora con una delle band della Heavy Psich Sounds Record, i Black Rainbows attivi ormai da più di un decennio e con diversi album alle spalle, molti dei quali recensiti su IDM (l’ultimo 'Pandaemonium' del 2018). Abbiamo quindi la possibilità di conoscere meglio il trio capitanato dal cantante/chitarrista Gabriele Fiori che ci ha raccontato un po’ di storia e di progetti del gruppo.

 

Ciao a tutti, grazie per l’intervista! Qui Gabriele Fiori, Black Rainbows.

HPS130_BlackRainbows-CosmicRitualSupertrip BlackRainbows_main
Intervista

OREYEON

Nonostante (o forse grazie) al clima di distanza sociale abbiamo avuto la possibilità di inviare qualche domanda agli Oreyeon gruppo Stoner il cui primo lavoro per la Heavy Psych Sounds Records uscito a metà 2019 ha ricevuto ottimi consensi, confermati anche dalla nostra recensione

Oreyeon_main
Intervista

DEADSMOKE

Ecco un’altra intervista a uno dei gruppi della Heavy Psych Sound Records: questa volta tocca ai Deadsmoke, trio doom punk i cui lavori sono stati recensiti su IDM, con ottimi riscontri, in particolare riferiti all’ultima release 'Mountain Legacy'.

Deadsmoke_main
Intervista

1782

Nelle settimane passate la casa discografica romana Heavy Psych Sound Records ci ha dato la possibilità di intervistare alcune delle sue band. Iniziamo con i sardi 1782, trio sardo (Marco Nieddu, Gabriele Fancellu, Francesco Pintore) autore di un album omonimo, pubblicato a metà 2018, di cui abbiamo cercato di approfondire origini, ispirazioni e progetti futuri.

 

1782_main
Recensione

No Fear

BELLATHRIX - No Fear

(2019 - Nadir Music)

voto:

Secondo lavoro in studio per la band ligure capitanata da Manuela Lalli Cretella e Stefania Prian, nonostante il cambio di formazione rispetto al primo album, che vede l'ingresso nella band della batterista Tiziana Titti Cotella e del chitarrista Francesco Yackson Russo, mentre rimane in pianta stabile il bassista Steve Vawamas

Recensione

Edge Of The Blade

BLADE CISCO - Edge Of The Blade

(2019 - Art Of Melody Music)

voto:

Il senso del tempo andato è altamente soggettivo, è il frutto di un sommarsi di esperienze, è un continuo divenire in balia spesso degli eventi che a volte sono a prescindere dalle nostre volontà.

Aleggia nelle 11 tracce qui presentate dagli emiliani Blade Cisco, un velo di melanconia (con la lettera e e non con la lettera a), un velo schopenahuariano che ci rimanda una sensazione di trasporto, di essere a bordo di un veliero senza rotta planante e galeggiante sopra un oceano oscuro, tetro e drammaticamente silente dove i ricordi scandiscono le giornate dei marinai ebbri di solitudini personali e di rimodellamenti memonici.

Recensione

Fetus In Fetu

SELF DISGRACE - Fetus In Fetu

(2020 - Malevolence Records)

voto:

Confesso che negli ultimi anni ho un po' ammorbidito i miei gusti musicali, ma il buon vecchio thrash resta sempre tra i miei generi preferiti. Quando mi sono approcciato a questo nuovo album dei Self Disgrace però non mi aspettavo un esplosione di violenza di queste proporzioni.

La band milanese frutto della mente di Isa 'Brutal' Fronzoni ha prodotto qualcosa di veramente malefico, 'Fetus in Fetu' è quanto di più marcio mi sia capitato di ascoltare negli ultimi mesi, ma valore aggiunto, non mi ha annoiato dopo 2/3 pezzi, e come un film horror ha attirato la mia attenzione dall'inizio alla fine! 

Recensione

The Birth Of Hate

CHRONICLES OF HATE - The Birth Of Hate

(2020 - Etreme Metal Music)

voto:

Death metal diretto, testi sulla inettitudine della politica, rabbia della società, ecco a voi i Chronicles of Hate.

Dopo un intro dai suoni oscuri, parte 'Devastation...Rise!!', tempi da pogo, diretta e violenta, con melodie scandinave che in moltissimi apprezzeranno, senza troppi fronzoli, un concentrato di energia pura, con tanto di mini solo verso la fine del brano.

'The Better Way' è sulla stessa falsariga ma molto più spinta come tempi, intervallata da degli ottimi stop and go che rendono il pezzo molto godibile.

Counter

  • Site Counter: 2,362,967
  • Visitatori Unici: 135,609
  • Published Nodes: 6,513
  • Since: 2009-11-16 15:08:49

Seguici anche...

facebookMySpaceRSS Feed