Contattaci

Per segnalare concerti o richiederci una recensione delle vostre band, scriveteci compilando il modulo in  questa pagina

Accesso utente

Chi è on-line

Ci sono attualmente 0 utenti e 0 visitatori collegati.

Prossimi Eventi

Ultime Recensioni

  • Copertina
    IN-SIDE
    Life
  • Copertina
    THE SUNRISE
    Brand New Disorder
  • Copertina
    GIANLUIGI GIORGINO
    Feeling Unreal
  • Copertina
    IMPERIVM
    Holy War
  • Copertina
    D - TOX
    Splinter Of Insane Lucidity
  • Copertina
    RAMROD
    Jet Black
Copertina
IN-SIDE
Life
Copertina
THE SUNRISE
Brand New Disorder
Copertina
GIANLUIGI GIORGINO
Feeling Unreal
Copertina
IMPERIVM
Holy War
Copertina
D - TOX
Splinter Of Insane Lucidity
Copertina
RAMROD
Jet Black
Recensione

Black On White

BLACK OLD SCRATCH - Black On White

(2020 - Volcano Records)

voto:

Esordio sulla breve distanza per i toscani Black Old Scratch, attivi da 3 anni e dediti ad un hard rock classico con qualche influenza doom derivata dall'amore per i maestri dell'heavy Black Sabbath, ispoiratori anche del nome scelto dal terzetto toscano.

Recensione

Soul Dragger

SOUL DRAGGER - Soul Dragger

(2020 - Time To Kill Records)

voto:

Inizia a tamburo battente con la violenta 'Rise' l'album di debutto dei romani SoulDragger, i quali sprigionano un suono intriso di vecchio thrashmetal e nuovo metalcore ottenendo un impasto niente male. Con un'ottima produzione riescono a stabilire un buon dialogo con l'ascoltatore, ci sono tutti i canoni classici dei generi sopra riportati, voce growl/clean alternate, chitarre taglienti, ritmi infuriati ma al contrario di produzioni spesso stantie e decisamente ripetitive il quartetto della capitale ha buone idee e un buon songwriting.

Recensione

Hymn For The Leftovers

WOJTEK - Hymn For The Leftovers

(2020 - Violence In The Veins, Teschio Records, Shove Records)

voto:

La moderna industria musicale, quale che sia il genere preso in esame, è caratterizzata da un flusso di uscite continuo: dischi, singoli, demo, EP, ce n’è veramente per tutti, e questo i Wojtek

Recensione

Hybridized

HYBRIDIZED - Hybridized

(2020 - Fourth Mile Studio Rome)

voto:

'Hybridized' è l'omonimo album di un gruppo di ragazzi che decidono di unirsi e suonare producendo dei pezzi propri. Il nome deriva dall'unione del thrash e del death metal, entrambi generi musicali che appartengono ad ogni membro della band.

Recensione

The line of the border

KOLOSSUS - The line of the border

(2019 - Satanath Records )

voto:

Kolossus, band ligure dedita ad un black metal dalle forti tinte viking ci regala “The line of the border” un album che inneggia alla guerra, un racconto di un guerriero nordico che combatte gli invasori, per mantenere l’integrità della società nordica.

Devo dire che avrei tranquillamente attribuito la provenienza della band alla scandinavia, se mi fossi basato esclusivamente sulla musica.

Recensione

From The Oracles

ECATONIA - From The Oracles

(2020 - Autoprodotto)

voto:

Quando un gruppo italiano registra il proprio EP, vivo l’evento sempre con grande interesse: è indubbio che la scena metal nazionale sia quantitativamente e qualitativamente molto migliore rispetto ad un lustro fa, specialmente se guardiamo ai generi estremi.

Recensione

Divora i Figli

ARS MANIFESTIA - Divora i Figli

(2020 - Darkwoods)

voto:

Benvenuti in un mondo fatto di oscurità e brividi, in questo cd degli Ars Manifestia si percepisce subito! Brani molto lunghi e articolati dove suoni oscuri si alternano a riff molto pesanti.

Recensione

Immaculate Preconception

NECROFILI - Immaculate Preconception

(2019 - Autoprodotto)

voto:

Tra i veterani del metallo estremo di questi ultimi anni possiamo annoverare a buon merito i Necrofili, formazione dedita ad un sano Thrash/Death vecchia scuola che ripercorre i vecchi fasti con linfa nuova e personale.

Recensione

Zero Hour Is Now

BLACK PHANTOM - Zero Hour Is Now

(2020 - Punishement 18 Records)

voto:

In questi nove pezzi della band milanese, giunta qui alla seconda produzione, c'è un qualcosa di epico, di imperituro, vi è una linea imperiosa, una linea maginot di confine tra ciò che, musicalmente parlando, divide il lato estetico del bene da quello del male. 

I cinque cavalieri sono i difensori della fede, i custodi del Verbo che ci è stato donato a suo tempo dai profeti inglesi facenti parte della setta chiamata "La Vergine di Ferro".

Recensione

Incide Your Mind

ITALICUS CARNIFEX - Incide Your Mind

(2020 - Dark Hammer Legion - Volcano Records&Promotion)

voto:

Dopo vari cambi di line up e la necessaria gavetta, ecco “Incide Your Mind” , debut album dei bolognesi Italicus Carnifex. Un disco dal sound affine al thrash metal più old school, ma ben contaminato da potenti inflessioni Hardcore, dando vita ad una formula fatta di stacchi, pause e cambi di ritmica caustici ed incisivi, il tutto permeato da una certa cupezza di fondo che ne accresce l’ impatto.

Counter

  • Site Counter: 2,746,457
  • Visitatori Unici: 139,759
  • Published Nodes: 6,215
  • Since: 2009-11-16 15:08:49

Seguici anche...

facebookMySpaceRSS Feed