Contattaci

Per segnalare concerti o richiederci una recensione delle vostre band, scriveteci compilando il modulo in  questa pagina

Accesso utente

Chi è on-line

Ci sono attualmente 0 utenti e 4 visitatori collegati.

Prossimi Eventi

I più Visti

Ultime Recensioni

  • Copertina
    FAMILY DEVOTION MURDER
    Tentacles
  • Copertina
    CRANCY CRONK
    Ci Vuol Partecipazione! (Live @ Bergamo Strange Music Fest 2020)
  • Copertina
    XENOS
    The Dawn Of Ares
  • Copertina
    LINISTIT
    Evil Arises
  • Copertina
    THE SPLITHEADS
    New King
  • Copertina
    NEXUS OPERA
    La Guerra Granda - The great calls to arms
Copertina
FAMILY DEVOTION MURDER
Tentacles
Copertina
CRANCY CRONK
Ci Vuol Partecipazione! (Live @ Bergamo Strange Music Fest 2020)
Copertina
XENOS
The Dawn Of Ares
Copertina
LINISTIT
Evil Arises
Copertina
THE SPLITHEADS
New King
Copertina
NEXUS OPERA
La Guerra Granda - The great calls to arms
Articolo

Avviso Importante: nuova politica redazionale

Rendiamo pubblico che a partire da adesso non verranno più recensiti cd di gruppi/etichette che non alleghino un unico presskit composto da biografia, copertina, brani e tutte le informazioni necessarie, come altresì non si fanno recensioni in streaming. Causa anche flusso imponente di materiale in arrivo non sarà più assicurata la recensione, ma solo a discrezione della redazione, questo fino a che non avremo ristrutturato il nostro organico. Rimane invariato il precedente comunicato qui sotto redatto:

Da settembre cambia un po' la politica editoriale di Italia di Metallo, questo è dovuto a vari fattori:

  1. la mancanza di redattori competenti per i generi che poi elencheremo

Recensione

Tentacles

FAMILY DEVOTION MURDER - Tentacles

(2021 - Ad Noctem Records)

voto:

Dopo l'intro di Papa Francesco (!) i Family Devotion Murder entrano in scena con tutto il loro malato marciume, figlio di un moderno thrash death metal che rimbomba tremendamente nei timpani. Fresco di composizione (febbraio 2020) il gruppo, composto da veterani della scena metal tricolore, si presenta senza troppi fronzoli sciorinando una manciata di brani violenti e grezzi che trasudano rabbia e vigore, testi ispirati da fatti reali della nostra vita dagli anni 70 ad oggi, composti in pieno lockdown.

Recensione

Ci Vuol Partecipazione! (Live @ Bergamo Strange Music Fest 2020)

CRANCY CRONK - Ci Vuol Partecipazione! (Live @ Bergamo Strange Music Fest 2020)

(2021 - Gasterecords/Samoan Records,)

voto:

Gruppo della scena punk hc italiano di seconda generazione, i Crancy Cronk pubblicano questo live registrato lo scorso anno in straeaming per il Bergamo Strange Music Fest insieme ai Totale Apatia, dei quali eseguono la cover di 'The Protagonista'. La band infatti nell'anno maledetto ha partecipato a diverse iniziative atte a dare sostegno ai club ed altre realtà che più hanno sofferto i danni del covid.

Recensione

The Dawn Of Ares

XENOS - The Dawn Of Ares

(2021 - Iron Shield)

voto:

Dopo tre mesi riusciamo a commentare il nuovo cd del trio siciliano, ma la mancanza atavica di gente non tanto competente quanto affidabile che riesca cioè a scivere due, e dico due, recensioni al mese, porta poi a questi incredibili ritardi di pubblicazione.

Sotto l'etichetta tedesca Iron Shield, Danilo Ficicchia (batteria), Ignazio Nicastro (voce e basso) e Giuseppe Taormina (chitarra), dopo un anno dall'esordio, propongono già un altro full lenght, segno che, oltre agli impegni con l'altra band gli Eversin, Nicastro e compari hanno una particolare e ricca vena creativa.

Recensione

Evil Arises

LINISTIT - Evil Arises

(2021 - Dark Hammer Legion/Volcano Records & Promotion)

voto:

In mezzo ad un sacco di titoli dozzinali compaiono anche delle perle che meritano di finire subito alla ribalta, in questo caso direi una bella perla nera chiamata Linistit.

Recensione

New King

THE SPLITHEADS - New King

(2021 - Autoprodotto)

voto:

Giunti qui alla seconda uscita dopo il primo cd d'esordio andato letteralmente a ruba ed esaurito nelle copie in poco tempo, propongono dieci canzoni di sano Punk Rock con qualche sfumatura verso lo Stoner dei capofila del genere i Queens Of The Stone Age.

Da un commento dei tre componenti (Andrea Raffaelli al basso, Antonio Viggiani alla batteria e Benedetto Zanaboni alla voce e chitarra) si legge che trattasi di un album energico, crudo e con aperture a momenti melodici. E' carico di emozioni contrastanti tra loro: rabbia, disillusione, speranza e positività.

Recensione

La Guerra Granda - The great calls to arms

NEXUS OPERA - La Guerra Granda - The great calls to arms

(2021 - Revalve Records)

voto:

Decisamente power metal, nel piu' classico dei termini. Molto ben suonato con gli strumenti melodici che si concedono spesso e volentieri dei virtuosismi e scambi in velocità....una tastiera feroce che strizza l'occhio all'elettronica in alcuni punti, ma l'intreccio musicale che la band vuole darci in pasto, è ben chiaro e distinto, senza finire in tecnicismi fini a se stessi.

Recensione

Godly

ABYSSIAN - Godly

(2021 - Revalve Records )

voto:

Dopo il buon "Nibiruan Chronicles" , uscito nel 2016, gli Abyssian ritornano con l'ottimo secondo album intitolato "Godly". La band lombarda, grazie all'esperienza acquisita, ha saputo crearsi un sound riconoscibile e degno di nota.

Recensione

Live In The Eighties

NOT MOVING - Live In The Eighties

(2021 - Go Down Records)

voto:





L'etichetta emiliana, attiva dal 2003 per mano di Leonardo Cola e Max Ear, ha fatto un ottimo lavoro: già nel 2005 aveva testimoniato con un box set contenente un cd ed un dvd l'energia che in quel periodo veniva sprigionata dal combo proveniente da Piacenza, qui con un'altra track list si è superata ed ha prodotto questo vinile che ci racconta le atmosfere che c'erano negli anni 80 e segnatamente durante i live che si sono svolti in Italia ed in Germania fra il 1985 ed il 1988.

Recensione

Bird of Prey

GHOSTLY AERIE COVEN - Bird of Prey

(2021 - Vacula Productions)

voto:

Primo full lenght per i blackster Ghostly Aerie Coven, dediti a un black di scuola finlandese,  ma ricco di melodie decadenti.

Si parte subito con 'Inner Spirit Unchained', black di ottima fattura, soprattutto per le belle linee di chitarra e dalla ritmica non esageratamente serrata. Il brano scorre con facilità, lasciandosi ascoltare fino alla fine e rimanendo molto in mente.

Sulla stessa falsariga del precedente, 'Ode to Evening Star', bella cavalcata alternata a blast beat mai onnipresenti, ben bilanciata. Forse soltanto i suoni potevano essere migliori, con frequenze medie che si sentono poco.

Counter

  • Site Counter: 2,857,513
  • Visitatori Unici: 153,682
  • Published Nodes: 7,813
  • Since: 2009-11-16 15:08:49

Seguici anche...

facebookMySpaceRSS Feed