Contattaci

Per segnalare concerti o richiederci una recensione delle vostre band, scriveteci compilando il modulo in  questa pagina

Accesso utente

Chi è on-line

Ci sono attualmente 0 utenti e 3 visitatori collegati.

Prossimi Eventi

Ultime Recensioni

  • Copertina
    DEATH SS
    Ten
  • Copertina
    ORGG
    The Great White War
  • Copertina
    TEJAS ASTRAS
    Alien Decadence
  • Copertina
    DARK REDEEMER
    Into The Deep Black
  • Copertina
    AEXYLIUM
    The Fifth Season
  • Copertina
    KORMAK
    Apocryphal
Copertina
DEATH SS
Ten
Copertina
ORGG
The Great White War
Copertina
TEJAS ASTRAS
Alien Decadence
Copertina
DARK REDEEMER
Into The Deep Black
Copertina
AEXYLIUM
The Fifth Season
Copertina
KORMAK
Apocryphal
Recensione

The Intergalactic Connection – Exploring The Sideral Remote Hyperspace

GIÖBIA / THE COSMIC DEAD - The Intergalactic Connection – Exploring The Sideral Remote Hyperspace

(2021 - Heavy Psych Sounds Records)

voto:

Mi ero occupato dei milanesi GIÖBIA con il loro ultimo album e li ritrovo in questo split con gli scozzesi The Cosmic Dead. Il tutto sotto l'egida della Heavy Psich Sounds. L'Ep si compone di 4 tracce, di cui tre sono dei nostri ragazzi, i quali danno prova delle loro qualità indiscusse.

Recensione

In Nomine Sanguinis

THEATRES DES VAMPIRES - In Nomine Sanguinis

(2021 - Scarlet Records)

voto:

I Theatres Des Vampires, sono una band che non ha bisogno di molte presentazioni.
Piu' di dieci album all'attivo, uno stile unico e scenografico, che gli ha permesso di distinguersi ed emergere nel mare di proposte discografiche. 

Son passati 5 anni ormai da quando ascoltai 'Candyland'  penultima fatica del terzetto romano.
Un disco di livello, con tutti i crismi per piacere agli amanti del genere ma che personalmente non mi aveva catturato come avrebbe dovuto, pur rimanendo oggettivamente un bel lavoro.
Altro discorso invece per questo 'In nomine sanguinis'.

Recensione

The Steel II

THE STEEL - The Steel II

(2021 - Wanikiya Record/ iMusician)

voto:

Gradito ritorno quello dei partenopei The Steel (ex Wizard), la band di Roy Zaniel (basso e voce) ci propone un ritorno all’hard rock venato di blues, specialmente nel suono delle chitarre (Marco Perrone) e nello stile a tratti stradaiolo. 11 canzoni prodotte egregiamente che suonano pulite ed esaltano il lavoro effettuato in studio.

La gestazione dell’album è stata lunga, tra covid e le condizioni di salute di Roy, felicemente risolte, il disco ha preso la sua giusta fisionomia uscendo quasi alla fine dell’anno appena passato.

Recensione

All For Raven-The Tribute

AA.VV./ADMIRAL - All For Raven-The Tribute

(2021 - LA RiotSurvivor Records)

voto:

Cd tributo edito dalla nostrana (anche se operante nel regno unito) LA RiotSurvivor, questo 'All For Raven-The Tribute' dedicato appunto ai Raven. 12 le band che vi partecipano provenienti praticamente da ogni lato del mondo. Tutte decisamente all'altezza del compito, io mi occuperò dell'unico combo italiano e cioè gli Admiral band capitolina che vede tra le proprie fila oltre al chitarrista Simone Stramaccioni, l'istrionico singer Anthony Drago (Fingernails, Kaledon, The Raff), il bassista Ricchard (Hammer, Fingernails) e il batterista Carlo El Charlo (Fingernails).

Recensione

Elisabeth

INCREASE THE ANIMA - Elisabeth

(2021 - Tunecore)

voto:

INCREASE THE ANIMA, è il progetto solista di Davide Porcelli (EGOSYSTEMA), batterista e bassista con esperienza trentennale che pubblica l’EP di debutto “Elisabeth” di cui state leggendo.

Recensione

Lustmord

SENTIERO DEI PRINCIPI - Lustmord

(2021 - Esercito della Chiesa Dorata)

voto:

Sentiero dei Principi è un interessantissimo progetto one man band barese creato da Nicola Redavid,che unisce lo stile classico del Black Metal con altre influenze, come l'indie, lo Screamo e tanta sinfonia con un marcato accento alla teatralità e cinematografia drammatica e profonda.

Recensione

Excommunica

ARGESH - Excommunica

(2021 - Nero Corvino Records)

voto:

Formatisi nel 2010 nelle plumbee lande varesine, gli Argesh rilasciano la loro opera prima “Excommunica” dopo cinque anni di gestazione. Tempo ben speso nel costruire e confezionare un black metal moderno che unisce ad un impeto estremo e brutale, sull’onda di certi stilemi tipici di formazioni quali Dark Funeral e 1349, quell’afflato epico, a tratti ieratico, che ha fatto la fortuna dei maestri polacchi del blackened death quali i Behemoth e dei loro epigoni Hate.

Recensione

Struggle Of The Gods

TALES AND LEGENDS - Struggle Of The Gods

(2021 - Punishment18 Records)

voto:

Magniloquenza ed epicità come se non ci fosse un domani, con qualche spruzzata di atmosfere mediorientali a condire il concept di questo 'Struggle Of The Gods'- incentrato sulle avventure di Horus e le altre divinità del pantheon egizio - è la sostanza di cui è composto l'album di esordio dei power symphonic metallers TALES AND LEGENDS.

Recensione

In Extremis

INVERNO MCMXCII - In Extremis

(2021 - Autoprodotto)

voto:

Non è mai facile recensire un disco strumentale, penso, mentre mi accingo all'ascolto degli Inverno MCMXCII con l'album 'In Extremis'.

Recensione

Nightmares In Daylight

IT WILL LAST - Nightmares In Daylight

(2021 - Wanikiya Records)

voto:

Nasce alla fine del 2018 il progetto It Will Last a cura dell'insegnante e polistrumentista Simone Carnaghi. Preso atto che il nome della band è tratto dall'omonimo brano uscito nel 2010 edito in un precedente cd tutto ad opera di Simone, ci approcciamo all'ascolto degli 11 brani più preludio che compongono questo 'Nightmares in Daylight'.

Circa due anni per mettere a punto l'album che vede anche 2 brani rivisitati tratti dal precedente lavoro, per un concept dalla lunga durata, quasi un'ora piena che seppur trattando in ogni brano argomenti diversi riconduce al lento consumarsi del nostro mondo.

Counter

  • Site Counter: 2,877,301
  • Visitatori Unici: 158,513
  • Published Nodes: 8,453
  • Since: 2009-11-16 15:08:49

Seguici anche...

facebookMySpaceRSS Feed