Contattaci

Per segnalare concerti o richiederci una recensione delle vostre band, scriveteci compilando il modulo in  questa pagina

Accesso utente

Chi è on-line

Ci sono attualmente 0 utenti e 1 visitatore collegati.

Prossimi Eventi

I più Visti

Ultime Recensioni

  • Copertina
    IRONTHORN
    Legends of the Ancient Rock
  • Copertina
    FEED THEM DEATH
    Negative
  • Copertina
    HOT CHERRY
    Burnout
  • Copertina
    INFERNALIZER
    The Ugly Truth
  • Copertina
    DETONATION BOULEVARD
    Make Thrash Fat Again
  • Copertina
    LONGBLOND
    Lento is Dead
Copertina
IRONTHORN
Legends of the Ancient Rock
Copertina
FEED THEM DEATH
Negative
Copertina
HOT CHERRY
Burnout
Copertina
INFERNALIZER
The Ugly Truth
Copertina
DETONATION BOULEVARD
Make Thrash Fat Again
Copertina
LONGBLOND
Lento is Dead
Recensione

Liberaci dal Male

TENEBRO - Liberaci dal Male

(2021 - Xtreem Music)

voto:

Questi due ragazzi sono dei gran furbacchioni!

Recensione

Hung, Drawn and Quartered

NATRON - Hung, Drawn and Quartered

(2021 - Time To Kill Records)

voto:





Non hanno bisogno di presentazioni  gli storici death metallers Natron, che ristampano il loro debut del 1997 tramite la Time to Kill.

Il loro nome si lega alla storia del death metal italiano, il disco è rimasterizzato da Marco Mastrobuono (HOUR OF PENANCE, INNO), e riprodotta sotto forma di Vinile.

Recensione

The Blue Dawn

ODD DIMENSION - The Blue Dawn

(2021 - Scarlet Records)

voto:





L' album si apre molto bene con un intro che dichiara immediatamente lo status professionale della qualita' del suono del gruppo, per poi svilupparsi in una successione di pezzi composti ed arrangiati intelligentemente.

Recensione

The Anger Is Never Over

MY REFUGE - The Anger Is Never Over

(2021 - Pride & Joy Records)

voto:





Questa volta mi trovo a cimentarmi con un’opera che parte dal varesotto ed abbraccia il mondo intero…

Proprio così, perché il progetto di Mauro Paietta, torna, a distanza di 6 anni dal precedente “A Matter Of Supremacy”, con la volontà di coinvolgere al suo interno tantissimi artisti internazionali, provenienti dalle scene, più o meno underground, di svariati Paesi a cavallo tra Europa e Americhe.

Recensione

War of the Jewels

AINUR - War of the Jewels

(2021 - Rockshots Records)

voto:

L'epicità fantasy di J.R.R. Tolkien è il brodo primordiale da cui prende vita la creatura AINUR, band, ma sarebbe meglio dire orchestra, progressive rock che dopo 17 anni prosegue il proprio percorso musicale nel trasportare in musica le fondamentali parole del padre della high fantasy in merito ad una delle sue opere più famose, il celeberrimo Silmarillion.

Rocker del Mese

Giulia

Giugno 2021

Fotografia
Recensione

The Priests of Chaos

FERETRI - The Priests of Chaos

(2021 - Autoprodotto)

voto:

Feretri, progetto solista di Snor Flade, giunge al settimo capitolo con “The Priests of Chaos”, un manifesto artistico di sconcertante chiarezza e definizione. Attraverso l’uso di samples, interferenze organizzate che ci strappano dal nostro abituale stato di coscienza, attraversa e ci fa attraversare il confine tra il piano causale (fisico) e quello astrale.

Recensione

Living in Black and White

ANIMAL HOUSE - Living in Black and White

(2021 - Punishment 18 Records )

voto:





Gli Animal House sono una band di grande hard/heavy nata dalle ceneri degli Off&Brau Sisters. Dopo aver aperto i concerti e condiviso il palco con band molto importanti (Blaze Bayley, Pino Scotto, Extrema e tante altre), i nostri decidono di scaldare gli animi dei loro sostenitori con il primo album di inediti che, sicuramente, farà contenti gli amanti del miglior rock stradaiolo anni 80. La band friulana, come il grandissimo film di John Landis, vi farà divertire con il loro album “Living in black and white”.

Recensione

D.Ö.D.

CAMERA OBSCURA TWO - D.Ö.D.

(2021 - Selfmadegod Records)

voto:





I “Camera Obscura Two” sono una band concepita per avere un suono minimale e violento.

Il creatore di questo progetto Alberto Penzin (Ex Schizo) ha pensato bene di attorniarsi di musicisti molto esperti negli stili  più violenti e d’impatto che ci possano essere, ovvero il thrash ed il death metal.

Infatti nell’album in questione troviamo Giulio GTB (Cripple Bastards), Andrea Ragusa, Marco Mastrobuono (Hour of Penance, Inno, Buffalo Grillz, Undertakers) e Giuseppe Orlando (The Foreshadowing).

Recensione

Memorie In Lingua Morta

Counter

  • Site Counter: 2,845,927
  • Visitatori Unici: 150,741
  • Published Nodes: 7,571
  • Since: 2009-11-16 15:08:49

Seguici anche...

facebookMySpaceRSS Feed