Contattaci

Per segnalare concerti o richiederci una recensione delle vostre band, scriveteci compilando il modulo in  questa pagina

Accesso utente

Chi è on-line

Ci sono attualmente 0 utenti e 8 visitatori collegati.

Ultime Recensioni

  • Copertina
    RECKLESS
    T.M.T.T.80
  • Copertina
    THE CHRONOMASTER PROJECT
    The Android Messiah
  • Copertina
    TENEBRA
    Moongazer
  • Copertina
    BEDSORE/MORTAL INCARNATION
    Split
  • Copertina
    EHFAR
    Nexus
  • Copertina
    G.O.L.E.M.
    Gravitational Objects of Light, Energy and Mysticism
Copertina
RECKLESS
T.M.T.T.80
Copertina
THE CHRONOMASTER PROJECT
The Android Messiah
Copertina
TENEBRA
Moongazer
Copertina
BEDSORE/MORTAL INCARNATION
Split
Copertina
EHFAR
Nexus
Copertina
G.O.L.E.M.
Gravitational Objects of Light, Energy and Mysticism
Recensione

Chameleon Tongue

MANO DE MONO - Chameleon Tongue

(2022 - Electric Valley Records)

voto:

I sardi Mano de Mono, sono una Heavy Rock band con sfumature Desert/Stoner.

Il quartetto, lancia l' album di debutto “Chameleon Tongue” uscito lo scorso 15 aprile 2022 per Electric Valley Records disponibile in vinile e digital store. 

Andiamo subito ad ascoltare. 

Old Tired Tree” la opener è diretta, riff ben scanditi, ritornello che rimane impresso. Un Heavy Rock che si ancora molto alle radici Southern. Mi sembra un buon inizio!

Recensione

Credere di Pensare

RANISS - Credere di Pensare

(2022 - The Shining Audio, Side-b Studio e Music Factory Studio)

voto:

Terzo disco per i toscani Raniss, che per la prima volta si avvalgono di Gabriele Cantoni alla voce.

Il trio propone un Rock Alternativo con delle influenze Grunge, che troviamo per lo piu' in qulache sfumatura chitarristica come in 'Vortice', ma principalmente l'album è votato alla melodia ed al Rock Italiano di ottima fattura.

Recensione

Il Canto Del Cigno

GIVE US BARABBA - Il Canto Del Cigno

(2022 - Alma Music)

voto:

Non è detto che mettendo in campo tanti campioni, la squadra venutasi a creare diventi magicamente un'ammazza campionato; a volte il voler necessariamente scendere a compromessi artistici fra i membri del sodalizio, o cercare con ostinata fissazione un quid di alternativo, può portare al pericolo di creare una sorte di confusione, di spaesamento, un rischio tangibile di costruire una Torre di Babele che poco giova al godimento generale nell'accostarsi per un ascolto rilassato.

Recensione

Split 12"

MEAT FOR DOGS/ACROSS - Split 12"

(2022 - Overdrive Records)

voto:

Uscito lo scorso maggio questo split che vede protagoniste due band della scena punk calabrese, gli Across e i Meat For Dogs, si compone di 4 brani in puro stile punk rock hardcore. Ispirati dagli split della BYO Records i due combi si cimentano con un brano a testa e una cover dell'altro gruppo, idea simpatica e da apprezzare. L'uscita è rigorosamante a tiratura limitata di 300 copie in vinile colorato formato 12" con tanto di poster e digital download inclusi. Il tutto esce per la Overdrive Records.

Recensione

Worst Weekend Ever

JAGUERO - Worst Weekend Ever

(2022 - Epdemic Records)

voto:

Quartetto veneto di recente formazione quello dei Jaguero, che dopo un paio di singoli escono allo scoperto con un Ep di classico punk rock influenzato da jazz anni '50 e non solo. I quattro non sono dei pivellini militando o avendo militato in altre band di zona quali, Slander, La Fortuna e Regarde, e questo si sente nella parte compositiva. 

La riflessiva 'Sunday' apre questo 'Worst Weekend Ever' sommessamente, infatti mi aspettavo qualcosa di più grintoso che in parte avviene nella successiva 'Mild Safari' a tratti emo e a tratti punk old school, ma sempre con influenze anni 90.

Recensione

Manifesto Di Odio

VIOLENTOR - Manifesto Di Odio

(2022 - Time To Kill Records)

voto:

Per gli amanti della musica estrema il nome dei Violentor è una garanzia ormai da 18 anni. Quattro album, uno più cattivo dell'altro, e adesso il tripudio della malvagità con 'Manifesto Di Odio' che nasce in piena pandemia e ne sviscera la rabbia creata in questi ormai due anni dove certezze e falsità si sono contrapposte creando un frazionamento dell'opinione pubblica tra chi è ormai asservito al potere e chi cerca di ribellarsi ogni giorno di più.

Recensione

Under Stige / Over Dianam

FERALIA - Under Stige / Over Dianam

(2022 - Time To Kill Records )

voto:

Tornano sulle scene i piemontesi Feralia, con questo secondo full-length, che ci restituisce una formazione sempre più compatta ed ispirata.

 

Ho avuto il piacere di occuparmi, in passato, dell’EP “Over Dianam” qui riproposto nella seconda parte e, come già dissi allora, “…l’ascolto è da farsi in maniera intera e continua, a nulla varrebbe estrapolarne un brano, perché avrei il timore di non restituirne il senso di totalità e di fragilità che appare…

Recensione

Perception of Reality

SEPTEMBER DAMAGE - Perception of Reality

(2022 - Autoprodotto)

voto:

Dopo i 2 full length rispettivamente del 2012 e del 2016, alla luce dell'ultimo assestamento della line-up nel 2020, tornano gli Imolesi September Damage. Le coordinate musicali rimangono quelle del Melodic Death Metal ma è chiara la volontà di "fissare" una rinnovata impronta compositiva dalle caratteristiche molto personali.

Recensione

Nomen Omen

DERELICT - Nomen Omen

(2022 - Extreme Chaos Records/BloodRock Records )

voto:

In un percorso lungo undici tracce i Derelict rileggono il black metal (e in minima misura il death) nella sua essenza più seminale, tenendo in debito conto l’esperienza del crust punk. Un percorso che rivela una “Doppia Natura”: proprio come nell’intro di apertura (appunto così intitolata), affidata ad un dialogo di urla gravi e gutturali cui rispondono degli scream disperati e laceranti su un tappeto di effetti e droni sinth slabbrati, la proposta dei nostri si sviluppa su un doppio binario. Le parti vocali sono ispirate alla più profonda oscurità e rimandano tanto all’approccio grave e autorevole di Cronos, quanto a quello più lacerante di Quorthon.

Recensione

Luneliness

LU SILVER - Luneliness

(2022 - Go Down Records)

voto:

'Luneliness' è il secondo album da solista di Luca Donini in arte Lu Silver. L'Artista romagnolo, con questa nuova uscita composta durante il lockdown invernale del 2020, ha voluto descrivere tutte le sue profonde emozioni che rendono questa nuova opera un viaggio tra presente e passato, tra luci e ombre.

Istintivamente aveva bisogno di scatenare emozioni intime, non avendo paura di scavare in profondità. Questo lato malinconico di lui è sempre stato lì fin da quando era un bambino. Tutto questo si trasformò in una catarsi che portò nuova energia e gioia. Forse questo succede anche ad alcuni di voi...

Counter

  • Site Counter: 2,946,933
  • Visitatori Unici: 168,158
  • Published Nodes: 6,898
  • Since: 2009-11-16 15:08:49

Seguici anche...

facebookMySpaceRSS Feed