Contattaci

Per segnalare concerti o richiederci una recensione delle vostre band, scriveteci compilando il modulo in  questa pagina

Accesso utente

Chi è on-line

Ci sono attualmente 0 utenti e 1 visitatore collegati.

Ultime Recensioni

  • Copertina
    RECKLESS
    T.M.T.T.80
  • Copertina
    THE CHRONOMASTER PROJECT
    The Android Messiah
  • Copertina
    TENEBRA
    Moongazer
  • Copertina
    BEDSORE/MORTAL INCARNATION
    Split
  • Copertina
    EHFAR
    Nexus
  • Copertina
    G.O.L.E.M.
    Gravitational Objects of Light, Energy and Mysticism
Copertina
RECKLESS
T.M.T.T.80
Copertina
THE CHRONOMASTER PROJECT
The Android Messiah
Copertina
TENEBRA
Moongazer
Copertina
BEDSORE/MORTAL INCARNATION
Split
Copertina
EHFAR
Nexus
Copertina
G.O.L.E.M.
Gravitational Objects of Light, Energy and Mysticism
Recensione

Cosmonemesis

ABOLITION RITUAL - Cosmonemesis

(2022 - Extreme Chaos Records)

voto:

Oscuri suoni profondi, prodotti da vocalizzi gutturali ed effettati, aprono questo lavoro doom degli Abolition Ritual. Nella cui line up troviamo membri di, Aborym, Intolerant e Golem of Gore.

Old school in tutto, dai suoni retrò di chitarra, alla voce con un riverbero enorme. Come dimostra 'Prelude to the First Book', struttura semplice ed efficace, come il vecchio death doom imponeva. Per gusto personale non amo troppo i suoni impastati ma credo sia una scelta per la band.

'Chapter I - The Shuttering Vacuum' è sulla falsariga del precedente, suoni pesanti a volte al limite del noise, incedere funereo, brano un po' troppo piatto, senza infamia e senza lode.

Recensione

The W8 of the future

ANGUISH FORCE - The W8 of the future

(2022 - Wanikiya Records)

voto:

Nati nel 1995 semplicemente come Anguish, la band, nata in quel di Bolzano, cambia poi nome in Anguish Force a partire dal 2003, trovandosi all’attivo un buon numero di album e alcuni singoli.

Recensione

The Onyx Path

EXILED ON EARTH - The Onyx Path

(2022 - Punishment18 Records)

voto:

Gli Exiled on Earth sono un gruppo romano, o per meglio dire un power trio, di cui avevo avuto modo di parlarvi alcuni anni fa recensendo il full-lenght 'Forces of Denial', a quel disco seguì poi nel 2020 'Non Euclidean' che portava ancora più avanti il technical thras death metal della band sfumando anche in altri territori musicali.

Recensione

Il Caos

ACID BRAINS - Il Caos

(2022 - Infecta Suoni&Affini/Artist First)

voto:

Ebbi modo di occuparmi dei toscani Acid Brains nell'ormai lontano 2016 quando uscì 'Thirrty Three', dopo di che ne ho perse le tracce. Li ritrovo adesso con questo Ep intitolato 'Il Caos' nel quale il quartetto si cimenta esclusivamente in lingua madre proponendoci 4 canzoni che , come loro solito, saziano su varie tematiche sia musicali che di testi in un connubio che spazia dal grunge, allo stoner, all'alternative ma che io continuo a chiamare semplicemente rock.

Recensione

Transformer Treatment

NECRODEATH - Transformer Treatment

(2022 - Time To Kill Records)

voto:

Dei Necrodeath nel corso degli anni si è detto di tutto e di più, a volte anche a sproposito per quella che è una delle band storiche del panorama tricolore, una delle prime a cimentarsi nel genere estremo. Conservo ancora gelosamente la demo 'The Shining Pentagram' e la maglietta (che adesso a malapena mi entra in un braccio, si parla di 50kg fa..) dell'epoca.

Il mondo del metal, così come quello di tutti i giorni campa molto su invidie, ripicche e gelosie, ma la band di Peso se ne strafotte e guarda sempre oltre.

Recensione

Sovvertire La Tirannia Della Luce

COMANDO PRAETORIO - Sovvertire La Tirannia Della Luce

(2022 - ATMF)

voto:

Rilasciato esclusivamente in vinile in edizione limitata di 300 copie, l’opera dei Comando Praetorio è costituita da due lunghe suite: Dell’Oblio l’Ombra Siderea (12:47) e Ritorna il Buio dell’Origine Uranica (11:33).

Recensione

Reverse Reflection

UPANISHAD - Reverse Reflection

(2022 - Red Cat Records/Audioglobe/The Orchard)

voto:

Secondo lavoro per i fiorentini UPANISHAD, trio formato da Vanni Raul Bagaladi (voce e chitarra), Lapo Zini (batteria) e Mirko Bazzocchi (basso e cori).

Nel poker il termine “ALL-IN” sta ad indicare il momento in cui un giocatore scommette tutte le chips che ha a disposizione.

Un’azione che richiede coraggio e che, di norma, viene utilizzata in due situazioni: o quando hai in mano carte molto, molto buone, oppure quando vuoi bluffare.

Recensione

Sono Dentro di Me

ZoneM - Sono Dentro di Me

(2022 - Nadir Music / Black Widow Records )

voto:

Quando si parla di Horror Music, molto spesso, si ha la tendenza nel limitare l'Arte a qualcosa che fa parte di una filosofia che, grazie alle note musicali, prende forma in qualcosa che sa di oscuro, cinematografico e letterario. Un genere e un fenomeno che andrebbe studiato a fondo sia per l'impatto sonoro che sociale.

In Italia i grandi Maestri del Passato (Goblin, Jacula, Libra e tanti altri) hanno dimostrato che la mente e la cultura non hanno e non devono avere confini.

Recensione

Human Progression

MASTRO - Human Progression

(2022 - Buil2Kill Records)

voto:

I MASTRO sono la creatura musicale/ progetto solista del poliedrico bassista Andrea Mastrigli, nata nel triste periodo del lockdown, in cui tanti musicisti hanno avuto modo di raccogliere idee su idee da concretizzare o meno in periodi meno bui. Il nostro, coadiuvato dal chitarrista Simone Anaclerio degli Skw e del batterista Andrea Oliverio, più una pletora di personaggi di spessore a fare da guest nei vari pezzi (gente di un certo livello - pronti?

Recensione

The Awaken: Forgotten Songs from The Smell of Rain / I’m Beginning to see the Darkness

MORTIIS, IL SEGNO DEL COMANDO, FREDDY DELIRIO AND THE PHANTOMS - The Awaken: Forgotten Songs from The Smell of Rain / I’m Beginning to see the Darkness

(2022 - Black widow)

voto:

Split molto interessante, questo, tra Mortiis, Segno del Comando e Freddy Delirio and the Phanthoms.

Si inizia con 'The Awaken' di Mortiis, elettronico e ambient, quasi anni 80 nell'incedere (è pur sempre il demo, targato 97/98). I suoni lasciano un po a desiderare, ma si sente la voglia di sperimentare, un cimelio da tenere nella collezione.

'Methuselah' è sulla falsariga del precedente, l'elettronica comincia ad essere predominante, il brano è molto old style, la voce canta dei ritornelli orecchiabili e scorre fino alla fine abbastanza agilmente.

Counter

  • Site Counter: 2,946,937
  • Visitatori Unici: 168,158
  • Published Nodes: 6,898
  • Since: 2009-11-16 15:08:49

Seguici anche...

facebookMySpaceRSS Feed