Contattaci

Per segnalare concerti o richiederci una recensione delle vostre band, scriveteci compilando il modulo in  questa pagina

Accesso utente

Chi è on-line

Ci sono attualmente 0 utenti e 0 visitatori collegati.

Ultime Recensioni

  • Copertina
    DEFECHATE
    Unbounded
  • Copertina
    APOLION
    To Rot Or Decay
  • Copertina
    OTTONE PESANTE
    ..and the Black Bells Rang
  • Copertina
    DI'AUL
    Abracamacabra
  • Copertina
    ROAD SYNDICATE
    Vol. II
  • Copertina
    MARCO MATTEI
    Out Of Control
Copertina
DEFECHATE
Unbounded
Copertina
APOLION
To Rot Or Decay
Copertina
OTTONE PESANTE
..and the Black Bells Rang
Copertina
DI'AUL
Abracamacabra
Copertina
ROAD SYNDICATE
Vol. II
Copertina
MARCO MATTEI
Out Of Control
Recensione

The Ascension

ALKEMY - The Ascension

(2021 - Ad Noctem Records)

voto:

Di deathcore ne passa poco su queste pagine ed ancor meno per mie orecchie, pertanto spero perdonerete le mie considerazioni da neofita in merito al nuovo EP dei bresciani ALKEMY.

Recensione

Adamo

REJEKTS - Adamo

(2021 - Slaughterhouse Records)

voto:

Spesso oggi si abusa di termini come Blackened, molti (a corto di inventiva) piazzano simili invettive non ovunque ma quasi... ai limiti della saturazione ed appiattimento della scena. Ma ci sono realtà che sanno veramente prendere l'essenza di questi titoli e incarnarla in sperimentazioni fresche, ricche e potenti, come nel caso dei Rejekts di cui mi accingo a parlare. I nostri propongono un devastante Crust/Grindcore intinto in maniera splendida nel più gelido Black Metal, Blackened Grindcore appunto, e ci sono riusciti al meglio!

Recensione

Lighthouse Pathetic

MASTERCASTLE - Lighthouse Pathetic

(2022 - Diamonds Prod)

voto:

Molto contento di sentir ancora parlare dei Mastercastle, che incontrai casualmente ai propri esordi intorno al 2009, e che poi persi di vista per quasi una decade! La band, capitanata dal celebre chitarrista Pier Gonella e la cantante Giorgia Gueglio torna ancora una volta a far parlare di sé, con questo ‘Lighthouse Pathetic’, LP rilasciato di recente sotto la nostrana Diamonds Prod.

Recensione

Temple of Music

PRINCESS - Temple of Music

(2021 - Swan Edition )

voto:

Dopo l'ottimo "The Dark Side of God” i romani Princess ritornano con un quarto lavoro ancora piu' personale e riuscito. Grandissima è stata l'evoluzione della band che, grazie al loro talento e passione per la musica a 360 gradi, hanno trovato una loro via personale; infatti partendo da sonorità molto devote ai Goblin/colonne sonore. sono passati al grande  hard rock anni 70/80 per passare a musiche ispirate oltre che dai Queen, dal miglior AOR americano.

Dopo svariati ascolti, procediamo a descrivere la nuova Opera della band che s'intitola 'Temple of Music'.

Recensione

Between Light & Darkness

ANTONIO GIORGIO - Between Light & Darkness

(2022 - Ausr Digital)

voto:

Come annunciato su queste pagine, è giunto in redazione questo ep da parte dell'artista campano definito dalle maggiori testate editoriali del settore come uno dei pochi cantautori del panorama metal nazionale.

Ebbene di questi cinque pezzi il secondo è una sorta di intermezzo musicale adatto per un qualsivoglia film horror, mentre la quarta traccia è una cover di "Dark Reflections" dei Candlemass.

Rimangono "Gothic Church" pezzo oltremodo didascalico nella propria introduzione musicale ma con una buona linea vocale che risulta essere assai accattivante che mi ricorda, vagamente, fra le altre cose quella di Oliva dei Savatage periodo anni 90. Un pezzo al limite dell'epico.

Recensione

Pseudonica

SEPTEM - Pseudonica

(2022 - Nadir Music)

voto:

Una band così forse avrebbe meritato ben altri successi e chissà cosa sarebbe accaduto se si fossero formati nati agli albori degli anni 80: il riferimento alla NWOBHM è financo palese e scontato, ma con questa tecnica mostrata se avessero inciso il loro primo demo in quell'epoca, bhè sicuramente qualcosa sarebbe cambiato. Ma si sa con i se e i ma non si vincono i campionati e quindi cerchiamo di rimanere ai nostri tempi evitando di lasciarci andare a ricordi passati.

Dopo l'intro musicale, il cd si apre con un pezzo che nella sua parte iniziale ricorda molto Hughes, per poi passare ad un mid tempo di stampo meideniano che riesce ad onorare al meglio la timbrica vocale di Armanini.

Recensione

La Bibbia 50th Anniversary

ROVESCIO DELLA MEDAGLIA - La Bibbia 50th Anniversary

(2021 - Jolly Roger)

voto:

1971 - “La Bibbia” è il primo disco di Hard Rock italiano e, se non fosse uscito poco dopo l’esordio dei Black Sabbath, potremmo annoverarlo come la pietra miliare del nostro genere musicale preferito. Formatisi a Roma pochi mesi prima, Il Rovescio della Medaglia, con un trascorso beat secondo la moda dell’epoca, si gettano anima e corpo su un genere nuovo, di origine britannica, il progressive rock. Il disco esce per la RCA, il cui contratto venne guadagnato grazie alla partecipazione del gruppo al Festival di Musica d' Avanguardia e di Nuove Tendenze a Viareggio.

Recensione

Faded Away... Rust And Strings

THE CATECHISTS - Faded Away... Rust And Strings

(2021 - Tortonia Records)

voto:

Un ep di puro Southern Rock con innesti di Country e svisate verso un Blues quasi desertico.

La voce è molto simile a volte a quella del barbuto Zakk Wylde, ma se ne discosta per la maggiore pulizia e per una corposità molto profonda.

Il video di "The Song Of Revenge" è molto cupo con i suoi toni seppia ed è oltremodo didascalico con delle immagini che lasciano poco spazio all'immaginazione. Andate a gustarvelo su Youtube.

Recensione

Pain & Fiction

BLEEDING ZERO - Pain & Fiction

(2021 - Revalve Records )

voto:

Oggi mi ritrovo a recensire i Bleeding Zero, gruppo synphonic metal.

Non si trova molto riguardante la data di nascita di questa band ma possiamo dire che nel 2015 è nata la loro carriera con la prima pubblicazione di un EP: “Scenophiliac”, composto da sei tracce.

Recensione

Leave

EDGELINE - Leave

(2021 - Volcano Records & Promotion)

voto:

Gli Edgeline sono un gruppo rock nato nel 2017 nei pressi di Milano. Dopo il primo EP autoprodotto dal titolo “Rise Above” (2019), pubblicano nel 2021 il loro primo album “Leave” .

Dalla bio della band: “Partiti da una base hard rock, gli Edgeline propongono una musica che mescola vari generi e stili che spaziano tra il rock e le sonorità più aggressive riconducibili al metal, passando per influenze grunge ed alternative”.

Counter

  • Site Counter: 2,920,324
  • Visitatori Unici: 164,776
  • Published Nodes: 6,442
  • Since: 2009-11-16 15:08:49

Seguici anche...

facebookMySpaceRSS Feed