Contattaci

Per segnalare concerti o richiederci una recensione delle vostre band, scriveteci compilando il modulo in  questa pagina

Accesso utente

Chi è on-line

Ci sono attualmente 0 utenti e 0 visitatori collegati.

Prossimi Eventi

I più Visti

Ultime Recensioni

  • Copertina
    O
    Antropocene
  • Copertina
    POISONFOG
    Occult Knowledge
  • Copertina
    MALAMORTE
    God Needs Evil
  • Copertina
    WINTER OWL
    Cursed Sanctuary EP2
  • Copertina
    TANUN
    Scales of the Dragon
  • Copertina
    ARDITYON
    S/T
Copertina
O
Antropocene
Copertina
POISONFOG
Occult Knowledge
Copertina
MALAMORTE
God Needs Evil
Copertina
WINTER OWL
Cursed Sanctuary EP2
Copertina
TANUN
Scales of the Dragon
Copertina
ARDITYON
S/T
Articolo

Avviso Importante: nuova politica redazionale

Rendiamo pubblico che a partire da adesso non verranno più recensiti cd di gruppi/etichette che non alleghino un unico presskit composto da biografia, copertina, brani e tutte le informazioni necessarie, come altresì non si fanno recensioni in streaming. Causa anche flusso imponente di materiale in arrivo non sarà più assicurata la recensione, ma solo a discrezione della redazione, questo fino a che non avremo ristrutturato il nostro organico. Rimane invariato il precedente comunicato qui sotto redatto:

Da settembre cambia un po' la politica editoriale di Italia di Metallo, questo è dovuto a vari fattori:

  1. la mancanza di redattori competenti per i generi che poi elencheremo

Recensione

Antropocene

O - Antropocene

(2020 - Autoprodotto)

voto:

Gli O  ci propongono un black metal d'avanguardia e sinfonico, con il loro nuovo 'Antroponcene'.

Disponibile solo in formato digitale su bandcamp e corredato da bei testi, conferma che in Italia ci sono band molto valide. Già da subito si capisce che siamo di fronte a un album estremo, soprattutto dai suoni, pesanti e possenti e dal filtro (a volte eccessivo) che caratterizza la voce.

Si parte con 'Izo', dall'incedere monolitico, evolvendosi in una sfuriata black niente male.

Recensione

Occult Knowledge

POISONFOG - Occult Knowledge

(2020 - Autoproduzione )

voto:

I Poisonfog sono un progetto Heavy/Stoner/Doom nato a Latina nel Gennaio del 2020. La band è un trio composto da Matteo "Alchimista" Perazzoni alla chitarra e voce, da Riccardo "Monnezza" Ingarao al basso e da Lorenzo "Joe Analstorm" Fortuna alla batteria.

Matteo e Lorenzo avevano formato nel 2018 un progetto strumentale sperimentale progressive/psichedelico chiamato Chain of Gears. A fine 2019 Matteo ha deciso di ricomporre il nucleo dei Mourning Cross per riprovare, di nuovo, a mettere su un progetto Doom che si concretizza con l’EP 'Occult Knowledge'.

Recensione

God Needs Evil

MALAMORTE - God Needs Evil

(2020 - Revalve Records)

voto:

Mi sono sempre chiesto cosa ci sia realmente dietro la volontà di licenziare un prodotto ideato, costruito e realizzato da una persona singola: la questione può rimandare ad un duplice piano di lettura.

Recensione

Cursed Sanctuary EP2

WINTER OWL - Cursed Sanctuary EP2

(2019 - Autoprodotto)

voto:

Luigi Jamundo è un polistrumentista che ha forgiato la propria esperienza tra i palchi della scena veronese militando a lungo negli Allegro Vivo Bis. Durante questo percorso, aveva abbozzato varie composizioni che furono poi accantonate in quanto non in linea con il profilo e le esigenze della band. A seguito dello scioglimento di quest'ultima nel 2014, la passione per il metal e la voglia di appagare la propria vena compositiva, maturarono in Luigi la decisione di non voler riformare una band man bensì di dare vita a un progetto solista che ci troviamo qui a recensire: Winter Owl

Recensione

Scales of the Dragon

TANUN - Scales of the Dragon

(2019 - Autoprodotto)

voto:

TANUN è un progetto nato a Como, da Giovanni Vecchiè nel 2016.

La sua biografia recita così:

Recensione

S/T

ARDITYON - S/T

(2019 - Autoprodotto)

voto:

Si parte subito a bomba con il secondo pezzo (il primo pezzo è una introduzione corale - bellica di circa un minuto) che ci ricorda gli Accept dell'ultima epoca con un cantato che però rimanda all'originale Ubaldo nostro periodo anni 80. Non una traccia tiratissima ma l'uso intelligente della doppia cassa non ne appiattisce la potenza, supportando magnificamente e coscienziosamente la voce di De Zordo. Originaria di Treviso, la band si è formata nel 2018 ed in poco tempo è riuscita a dare alle stampe questa prima fatica omonima completamente autoprodotta ed il risultato è più che apprezzabile per resa sonora ma anche per la qualità esibita.

Intervista

XPUS

1) Ho il piacere di poter fare qualche domanda agli Xpus, band Bergamasca, della quale ho recensito l'ultimo lavoro "In umbra mortis sedent". Come da rituale vi chiedo di presentarvi.

Recensione

The Curse

THE MOTHMAN CURSE - The Curse

(2019 - Masd Records)

voto:

Ci sono band che riescono ad amalgamare una visione potente, atmosferica, intimista e con un forte impatto visivo e simbolico, come un mosaico che colpisce l'apparato uditivo e visivo al tempo stesso.
Un mosaico costruito dai The Mothman Curse!

Recensione

Fighting Hard

HELLRAIDERS - Fighting Hard

(2020 - Inferno Records)

voto:

Già dalla prima traccia strumentale si capisce benissimo dove giocheremo la nostra partita: nel campo impervio e brullo segnato e arato dalle rasoiate lanciate a suo tempo dai Metallica di 'Kill'Em All', quel campo di calcio arbitrato dalla rude voce di Lemmy, un campo segnato anche da linee melodiche tracciate alla fine del secolo scorso dai Judas Priest.

Counter

  • Site Counter: 2,386,868
  • Visitatori Unici: 136,713
  • Published Nodes: 6,303
  • Since: 2009-11-16 15:08:49

Seguici anche...

facebookMySpaceRSS Feed