Contattaci

Per segnalare concerti o richiederci una recensione delle vostre band, scriveteci compilando il modulo in  questa pagina

Accesso utente

Chi è on-line

Ci sono attualmente 0 utenti e 2 visitatori collegati.

Ultime Recensioni

  • Copertina
    TWELVE BACK STONES
    Becoming
  • Copertina
    TWENTY FOUR HOURS
    Close - Lamb - White - Walls
  • Copertina
    ATHLANTIS
    The Way To Rock and Roll
  • Copertina
    ENIO NICOLINI AND THE OTRON
    Cyberstorm
  • Copertina
    IL SEGNO DEL COMANDO
    L'Incanto dello zero
  • Copertina
    VIOLENTOR
    Putrid Stench
Copertina
TWELVE BACK STONES
Becoming
Copertina
TWENTY FOUR HOURS
Close - Lamb - White - Walls
Copertina
ATHLANTIS
The Way To Rock and Roll
Copertina
ENIO NICOLINI AND THE OTRON
Cyberstorm
Copertina
IL SEGNO DEL COMANDO
L'Incanto dello zero
Copertina
VIOLENTOR
Putrid Stench

Articolo

Avviso Importante: nuova politica redazionale

Rendiamo pubblico che a partire da adesso non verranno più recensiti cd di gruppi/etichette che non alleghino un unico presskit composto da biografia, copertina, brani e tutte le informazioni necessarie, come altresì non si fanno recensioni in streaming. Causa anche flusso imponente di materiale in arrivo non sarà più assicurata la recensione, ma solo a discrezione della redazione, questo fino a che non avremo ristrutturato il nostro organico. Rimane invariato il precedente comunicato qui sotto redatto:

Da settembre cambia un po' la politica editoriale di Italia di Metallo, questo è dovuto a vari fattori:

  1. la mancanza di redattori competenti per i generi che poi elencheremo

Recensione

Becoming

TWELVE BACK STONES - Becoming

(2019 - Vrec/Audioglobe)

voto:

I Twelve Back Stones originari di Pesaro si presentano con il loro nuovo album ''Becoming'' dallo stile marcatamente hard-rock e posso dirvi che è di una bellezza musicale sconvolgente.

Si parte con 'Liar', brano dal tiro micidiale che si potrebbe collocare come super singolo radiofonico, bellissimo.

'Black Rose': qua l'influenza, a mio modo di vedere, di Billy Idol si può leggermente percepire, struttura armonica del brano super collaudata con una voce imperiosa dal grande impatto.

Recensione

Close - Lamb - White - Walls

TWENTY FOUR HOURS - Close - Lamb - White - Walls

(2018 - Musea/Velut Luna)

voto:

I Twenty Four Hours sono un gruppo musicale italiano di rock progressivo con contaminazioni varie, di cui quella psichedelica rappresenta l'elemento predominante.

Con una grandissima storia musicale nonchè discografica, si presentano con il loro sesto album 'Close - Lamb - White - Wall', che in realtà è un doppio album.

Recensione

The Way To Rock and Roll

ATHLANTIS - The Way To Rock and Roll

(2019 - Diamonds Prod.)

voto:

Athlantis è uno dei tanti progetti musicali di qualità in cui possiamo trovare impegnato l’infaticabile Steve Vawamas, che molti di voi conosceranno come il bassista dei genovesi Mastercastle.

Recensione

Cyberstorm

ENIO NICOLINI AND THE OTRON - Cyberstorm

(2019 - Buil2Kill)

voto:

Se avete un minimo di conoscenza del metal italiano, cosa di cui non dubito se siete su queste pagine, saprete benissimo chi è Enio Nicolini e quale è la sua storia musicale, trascorsa con Unreal Terror, The Black e molti altri progetti di cui buon ultimo in ordine di tempo è questo denominato Enio Nicolini and The Otron costituito insieme ad altri due pezzi di storia del metal italiano quali Ben Spinazzola (ex Unreal Terror) alla voce e Sergio Ciccoli (Scala Mercalli) alla batteria senza tralasciare la presenza di Former Lee Warner alla parte elettronica di questo album intitolato 'Cyberstorm'.

Recensione

L'Incanto dello zero

IL SEGNO DEL COMANDO - L'Incanto dello zero

(2018 - Black Widow Records )

voto:

Introdurre questa mia recensione con una breve parentesi sull'importanza del progressive rock italiano, anche se dovuta, sarebbe una cosa scontatissima e banale.
Andrebbe comunque evidenziato quanto certe proposte musicali siano sempre state a contatto sia con la letteratura che con l'arte cinematografica.

Recensione

Putrid Stench

VIOLENTOR - Putrid Stench

(2019 - Inferno Records)

voto:

La marcia dei toscani Violentor procede inarrestabile, a 4 anni di distanza da 'Maniacs' il trio ci propone questo 'Putrid Stench', musica forte per uomini veri, alla larga poser e mollacciume vario!

Ormai consolidati nella formazione a tre con Alessio Medici voce e chitarra, Riccardo Orsi basso e Iago Bruchi batteria i nostri producono un album sulla falsariga dei precedenti ma con maggiore perizia sia tecnica che compositiva pur mantenendo la loro attitudine decisamente grezza.

Recensione

Independence

SCALA MERCALLI - Independence

(2019 - Alpha Omega Records)

voto:

Scala Mercalli, 27 anni di carriera, 2 demo, 1 Ep e tre album prima di questo 'Independence'. Tanto basta perchè il quintetto marchigiano si possa annoverare nell'elite del metal tricolore, quello duro e puro. Di heavy metal classico con influenze power parliamo, 'Independence' è praticamente un concept incentrato sul nostro Risorgimento, la storia raccontata canzone per canzone con emozione e capacità.

Recensione

La Fine Cresce Da Dentro

CRIPPLE BASTARDS - La Fine Cresce Da Dentro

(2018 - Relapse Records)

voto:

Signore e signori, ladies and gentlemen, mesdames et messieurs, meine damen und herren, è con enorme piacere che sto per annunziarVi i famigerati, fantasmagorici, entusiasmanti Cripple Bastards reduci da un tour mondiale che li ha visto toccare i principali palchi delle fondamentali piazze delle capitali. Quindi state pronti, scaldatevi ed iniziate a menare le danze con la musica dei Cripple Bastards (seguono applausi a scena aperta, urla scomposte e isterismi da pre svenimento).

Recensione

Defragment of Insanity

NECRODEATH - Defragment of Insanity

(2019 - Scarlet records)

voto:

Era il lontano 1989 quando i Necrodeath davano alla luce 'Fragment Of Insanity', ora ri-registrato dalla storica band.

Devastante a livello di suoni 'Choose Your Death' è diventata potentissima, come se già nn lo fosse, nel suo incedere slayerano senza compromessi.

Sullo stesso esempio della precedente 'Thanatoid' è un pugno allo stomaco che mi fa venire in mente ricordi di gioventù: era la mia preferita del disco. I suoni di batteria sono pesantissimi, le chitarre rese alla grande, dimostrazione del fatto che una produzione del genere rende dei brani storici immortali.

Counter

  • Site Counter: 1,961,481
  • Visitatori Unici: 123,443
  • Published Nodes: 5,948
  • Since: 2009-11-16 15:08:49

Seguici anche...

facebookMySpaceRSS Feed