Contattaci

Per segnalare concerti o richiederci una recensione delle vostre band, scriveteci compilando il modulo in  questa pagina

Accesso utente

Chi è on-line

Ci sono attualmente 0 utenti e 0 visitatori collegati.

Prossimi Eventi

Ultime Recensioni

  • Copertina
    IN-SIDE
    Life
  • Copertina
    THE SUNRISE
    Brand New Disorder
  • Copertina
    GIANLUIGI GIORGINO
    Feeling Unreal
  • Copertina
    IMPERIVM
    Holy War
  • Copertina
    D - TOX
    Splinter Of Insane Lucidity
  • Copertina
    RAMROD
    Jet Black
Copertina
IN-SIDE
Life
Copertina
THE SUNRISE
Brand New Disorder
Copertina
GIANLUIGI GIORGINO
Feeling Unreal
Copertina
IMPERIVM
Holy War
Copertina
D - TOX
Splinter Of Insane Lucidity
Copertina
RAMROD
Jet Black
Recensione

Cursed Sanctuary EP2

WINTER OWL - Cursed Sanctuary EP2

(2019 - Autoprodotto)

voto:

Luigi Jamundo è un polistrumentista che ha forgiato la propria esperienza tra i palchi della scena veronese militando a lungo negli Allegro Vivo Bis. Durante questo percorso, aveva abbozzato varie composizioni che furono poi accantonate in quanto non in linea con il profilo e le esigenze della band. A seguito dello scioglimento di quest'ultima nel 2014, la passione per il metal e la voglia di appagare la propria vena compositiva, maturarono in Luigi la decisione di non voler riformare una band man bensì di dare vita a un progetto solista che ci troviamo qui a recensire: Winter Owl

Recensione

Scales of the Dragon

TANUN - Scales of the Dragon

(2019 - Autoprodotto)

voto:

TANUN è un progetto nato a Como, da Giovanni Vecchiè nel 2016.

La sua biografia recita così:

Recensione

S/T

ARDITYON - S/T

(2019 - Autoprodotto)

voto:

Si parte subito a bomba con il secondo pezzo (il primo pezzo è una introduzione corale - bellica di circa un minuto) che ci ricorda gli Accept dell'ultima epoca con un cantato che però rimanda all'originale Ubaldo nostro periodo anni 80. Non una traccia tiratissima ma l'uso intelligente della doppia cassa non ne appiattisce la potenza, supportando magnificamente e coscienziosamente la voce di De Zordo. Originaria di Treviso, la band si è formata nel 2018 ed in poco tempo è riuscita a dare alle stampe questa prima fatica omonima completamente autoprodotta ed il risultato è più che apprezzabile per resa sonora ma anche per la qualità esibita.

Intervista

XPUS

1) Ho il piacere di poter fare qualche domanda agli Xpus, band Bergamasca, della quale ho recensito l'ultimo lavoro "In umbra mortis sedent". Come da rituale vi chiedo di presentarvi.

Recensione

The Curse

THE MOTHMAN CURSE - The Curse

(2019 - Masd Records)

voto:

Ci sono band che riescono ad amalgamare una visione potente, atmosferica, intimista e con un forte impatto visivo e simbolico, come un mosaico che colpisce l'apparato uditivo e visivo al tempo stesso.
Un mosaico costruito dai The Mothman Curse!

Recensione

Fighting Hard

HELLRAIDERS - Fighting Hard

(2020 - Inferno Records)

voto:

Già dalla prima traccia strumentale si capisce benissimo dove giocheremo la nostra partita: nel campo impervio e brullo segnato e arato dalle rasoiate lanciate a suo tempo dai Metallica di 'Kill'Em All', quel campo di calcio arbitrato dalla rude voce di Lemmy, un campo segnato anche da linee melodiche tracciate alla fine del secolo scorso dai Judas Priest.

Recensione

Golden Age Of Blasphemy

AD OMEGA - Golden Age Of Blasphemy

(2020 - Narcoleptica Productions)

voto:

Il sole calò sopra l’orizzonte. Un salmodiare sommesso di numerose voci femminili che intonavano un canto blasfemo. Prima sommessa, poi sempre più frenetica e feroce, la melodia pareva creare una sorta di vibrazione che emanava dalle gole delle officianti e contaminava di sé la radura. Parevano come trasfigurate dall’estasi, mentre seguivano cantando una lenta processione.

Recensione

Hell on Earth

ANCILLOTTI - Hell on Earth

(2020 - Pure Steel Records )

voto:

Uno dei piu' grandi chitarristi di tutti i tempi urlava, con la sua magica Flyn -V, le note della stupenda "ROCK WILL NEVER DIE". Ovviamente parliamo di Michael Schenker.

Ascoltando il nuovo album dei grandissimi Ancillotti, rimaniamo incantati dalle composizioni sanguigne e veraci che ci portano ad amare totalmente la nostra "Legacy of Rock".
Una doverosa causa tesa a creare una bellissima unione tra i metalhead (anche se in Italia non è proprio facilissimo) di tutte le nostre fantastiche Regioni...anzi, di tutto il Mondo. Impossibile non adorare la Strana Officina ed i nostri Ancillotti!

Recensione

After The Storm…The Fire!”

RAZGATE - After The Storm…The Fire!”

(2020 - Punishment18 Records:)

voto:

Terzo disco per i toscani Razgate. Il lavoro colpisce subito per la produzione veramente pulita e moderna, in netta contrapposizione con il genere proposto che ha il sapore di un Thrash metal old school, che richiama gruppi come Testament.

Recensione

Devourer Of God From The Void

INFERNAL ANGELS - Devourer Of God From The Void

(2020 - My Kingdom Music)

voto:

Sono un po' stupito, lo ammetto, un' ora e 15 minuti di album, che ho ascoltato più volte per dovere di cronaca, ma che altrimenti avrei cestinato dopo il terzo brano.

Counter

  • Site Counter: 2,746,455
  • Visitatori Unici: 139,759
  • Published Nodes: 6,215
  • Since: 2009-11-16 15:08:49

Seguici anche...

facebookMySpaceRSS Feed