Contattaci

Per segnalare concerti o richiederci una recensione delle vostre band, scriveteci compilando il modulo in  questa pagina

Accesso utente

Chi è on-line

Ci sono attualmente 0 utenti e 1 visitatore collegati.

Prossimi Eventi

Ultime Recensioni

  • Copertina
    RELEASE THE BLACKNESS
    Tragedy
  • Copertina
    DISEASE
    Into The Red
  • Copertina
    ANGEL MARTYR
    Nothing Louder Than Silence
  • Copertina
    IN TORMENTATA QUIETE
    Krononota
  • Copertina
    ERESIA
    NeocosmO
  • Copertina
    FUORIUSO
    Teenage Disease
Copertina
RELEASE THE BLACKNESS
Tragedy
Copertina
DISEASE
Into The Red
Copertina
ANGEL MARTYR
Nothing Louder Than Silence
Copertina
IN TORMENTATA QUIETE
Krononota
Copertina
ERESIA
NeocosmO
Copertina
FUORIUSO
Teenage Disease
Intervista

ENEMYNSIDE

Dopo aver  recensito qualche settimana fa il loro 'Chaos Machine', il nostro Leonardo ha posto qualche domanda agli Enemynside, leggiamo cosa hanno da dirci.

 

Siete attivi da tanti anni, come vedete la scena attuale al netto della situazione legata al Covid-19?

enemynside
Recensione

Schräge Musik

CELTIC HILLS - Schräge Musik

(2020 - Elevate Records)

voto:

Nuovo Ep per i Celtic Hills, a breve distanza dal precedente album, il suono sempre spinto della band, in questa occasione viene reso più possente virando verso territori quasi thrash pur rimandendo di base molto melodic death power. Cinque i brani presenti in 'Schräge Musik', tutti su di un livello mediamente alto.

Recensione

The Lonely Ride

LONERIDER DEATH - The Lonely Ride

(2020 - Autoprodotto/Wanikiya Record Promotion)

voto:

Il progetto recente di Alessandro Parrini nasce da una esigenza dell'artista di esprimere la propria vena creativa nell'ambito più tendenzialmente estremo delle sonorità metal.

La scena grossetana non permette a Lonerider Death, questo il nome d'arte scelto, di costruire e portare avanti organicamente una band nel vero senso della parola, e così anche a causa della situazione forzata venutasi a creare dopo il lockdown nel 2020, decide di intraprendere la carriera solista.

Recensione

A Trip To Venus

VAILIXI - A Trip To Venus

(2020 - B District Music)

voto:

Un percorso attraverso il sistema solare, questo ci propongono i Vailixi, quartetto stoner/alternative veneto attivo dal 2018. Sono 8 canzoni, ognuna dedicata ad un pianeta del sistema solare, in questo fantomatico viaggio a bordo del Beddy Camper partendo dalla Terra ed arrivando a Giove.

Recensione

Beyond The Elysian Fields

AQUILEA - Beyond The Elysian Fields

(2020 - Saturnia Records)

voto:

Il dilemma che spesso attanaglia opere artistiche riguardanti il symphonic metal è sempre stato tra il capolavoro e il kitsch. La distanza tra il top e il baratro è spesso legata ad un filo, essere protagonisti o anonimi è il rischio che si corre. Gli Aquilea dunque si gettano nell'arena a capofitto, dopo 3 anni dalla loro formazione e la pubblicazione di due singoli, più un terzo che anticipava l'album, che siamo a recensire.

Intervista

SILENZIO PROFONDO

Dopo aver avuto il piacere di confrontarmi con il loro ottimo esordio, l’omonimo Silenzio Profondo, ho la fortuna di tornare in contatto con la band lombarda, in occasione dell’uscita del nuovo Ritornato dall’incubo, recensito qualche giorno fa dall’inossidabile Mastermind di Italia di Metallo Klaus Petrovic (SILENZIO PROFONDO - Ritornato Dall'Incubo - Italia Di Metallo)

Intervista

THE BURNING DOGMA

Un caro saluto di buon anno a tutti i lettori di Italia di Metallo, con l'asuspicio che sia un anno musicalmente produttivo, oggi intervisterò una band bolognese che ho avuto modo di recensire nel corso di quasi un decennio e loro sono i The Burning Dogma!

 

Ciao ragazzi,e benvenuti nella pagine di Italia Di Metallo,come state?

Ciao!! Grazie per l'invito a questa intervista. Stiamo come tori rinchiusi in una stalla troppo stretta dipinta tutta di rosso. Non vediamo l'ora di esplodere su un palco. Per il resto stiamo bene.

 

Ho auvto modo di apprezzare la vostra ultima fatica musicale ''Virago Shield'', siete soddisfatti del risultato o vorreste cambiare qualche cosa con il senno di poi?

Siamo molto soddisfatti del risultato finale..decisamente..ovviamente tutte le volte che lo ascoltiamo troviamo qualche particolare che avrebbe potuto essere migliore, diverso etc.. etcc. Ma questo fa parte del non accontentarsi mai e nel cercare di migliorarsi sempre.

 

I The Burning Dogma attuali in che cosa si differenziano rispetto a quelli di quasi un decennio fa?

10 anni sembrano pochi forse, ma sono immensi frammenti contigui che rispecchiano i cambiamenti di una vita intera. Detto questo della line-up originale rimane solo Maurizio, il nostro maggior compositore e chitarrista. Quindi diciamo che il contesto è cambiato, le persone coinvolte sono cambiate e di sicuro ora l'obiettivo dal punto di vista artistico è sicuramente più a fuoco. E anche l'idea di come raggiungerlo.

 

In questo periodo musicale abbastanza ''tosto'', vista la situazione concerti che è assolutamente in default,come state promuovendo ''Virago Shield''?

Grazie alla Ad Noctem Records e Cerberus Booking stiamo promuovendo sulle maggiori piattaforme digitali 'Virago Shield' da Spotify a Deezer, Apple Music e YouTube etc..etc.. e anche cercando di essere attivi nei maggiori social network con le nostre pagini ufficiali specialmente Instagram e Facebook. Ovviamente ci piacerebbe portare il prodotto fisico ai nostri shows ...ma per questo dovremo aspettare..sperando non sia troppo in la nel tempo.

 

Parlatemi delle vostre prospettive future e del planning che la band intraprenderà.

'Virago Shield' doveva essere una sorta di appetizer prima di registrare e lanciare il nuovo album. Saremmo dovuti entrare in studio in Novembre/Dicembre 2020 per incidere quasi 45 minuti di nuova musica tra cui ci sarebbe stato e ci sarà anche il nostro nuovo singolo 'The Broken Shield' contenuto in Virago. Beh la pandemia ci ha impedito di fare tutto ciò ma stiamo comunque affilando le lame e verificando tutti i punti per entrare in studio appena possibile il più preparati possibile anche sui minimi dettagli. Vogliamo creare qualcosa che possa essere recepito come un nuovo standard per un certo tipo di metal estremo. Ovviamente pianificare ora è particolarmente difficile, la situazione Covid è cosi fluida che nessuno sa cosa succederà fra due mesi. una volta che si potrà avere un outlook solido si parlerà anche di tour di supporto affiancandoci anche ad acts internazionali come già successo in passato.

 

Cosa ne pensate dello streaming digitale inerente a Spotify e altre piattaforme per la distribuzione digitale come Cd Baby,IMusician,Zimbalam,Tunecore e tante altre?

In questo periodo funesto direi che sono gli unici strumenti per riuscire a promuovere la propria musica ma anche per scoprire artisti nuovi. In genere siamo sempre interessati alle nuove forme di comunicazione.

 

Dobbiamo per il futuro aspettarci dai The Burning Dogma,un evoluzione e un cambio di stile oppure fedeli allo stile musicale dell'origine?

Certamente il percorso che abbiamo intrapreso richiede evoluzione per raggiungere il corretto equilibrio tra le varie componenti che animano la nostra musica. Questo non significa che ci saranno drastici cambiamenti che stravolgano la proposta: non faremo nessun harakiri in stile 'Cold Lake' dei Celtic Frost. Rimarremo fedeli al nostro obiettivo: unire il nichilismo e la sofferenza estrema di dei due generi che più ci caratterizzano il dark/gothic rock e il death metal.

 

Agli inizi della vostra carriera musicale il più grande sogno qual era?

Partecipare ad un grande festival metal tipo Wacken o Hellfest

 

Che cosa vi augurate adesso in questo preciso istante per il vostro futuro musicale?

Di poter finalmente tornare in studio di registrazione e dare vita al nuovo capitolo della storia dei The Burning Dogma e tornare a spaccare tutto live. Sembra banale e ovvio...ma l'adrenalina di tutte queste situazioni ci manca da morire

 

Ragazzi,siamo arrivati in conclusione,a voi la parola.

Grazie ad Italia di Metallo e ai suoi lettori per la possibilità di farci conoscere e di far sentire la nostra voce. Seguiteci se tutte le piattaforme digitali di streaming musicale e rimanente al corrente delle nostre news attraverso le pagine ufficiali social per gustose chicche, foto e playthrought. Destroy!!!

 

 

Intervista a cura di PierPaolo Lunesu

Recensione

The Battle Of Daytona

METAL DETEKTOR - The Battle Of Daytona

(2020 - Volcano Records & Promotion.)

voto:

Venti anni di carriera alle spalle, uno scioglimento, 2 album passati in sordina causa scarsa o nulla distribuzione, questa la storia dei Metal Detektor, quintetto dedito ad un classico heavy metal improntato a suoni che mischiano le due grandi scuole: NWOBHM e US metal. Tutto questo fatto assai bene, con buona produzione e suoni modernizzati, nel senso che suonano ancora ottantiani ma con la freschezza che il nuovo secolo richiede.

Un cd sicuramente adatto ai true metaller che rivedranno (risentiranno..) i loro idoli del passato, alcuni ancora presenti sulle scene, altri apparentemente scomparsi, ma che potremo sentir suonare nelle note proposte dal nostro combo.

Recensione

Mass Destruction Media

STONEDRIFT - Mass Destruction Media

(2020 - Volcano Records)

voto:

Nonostante siano in attività dal 2007 e abbiano avuto varie esperienze anche dal vivo, ‘Mass Destruction Media’ è il primissimo EP degli

Recensione

At The End The Beginning

RED ROLL - At The End The Beginning

(2020 - Autoprodotto/(R)esisto.)

voto:

Appennino bolognese, inverni lunghi, neve, freddo e noia, da qui provengono i Red Roll, che dopo una quindicina d'anni di esperienze varie si riuniscono due anni fa fondando la band che in poco tempo crea un vero e proprio marketing con tanto di marchio che da lo stesso nome a una birra e a una linea di t-shirt. Le esperienze live sono molteplici compresa l'apertura ai Nomadi e un live durante la Coppa del Mondo di Sci a Bormio. Idee quindi molto chiare. Idee che si trasformano in questi 6 brani che compongono l'Ep d'esordio dal titolo 'At The End the Beginning' dove il quartetto mette a nudo la propria identità.

Counter

  • Site Counter: 2,821,519
  • Visitatori Unici: 146,110
  • Published Nodes: 6,989
  • Since: 2009-11-16 15:08:49

Seguici anche...

facebookMySpaceRSS Feed