Contattaci

Per segnalare concerti o richiederci una recensione delle vostre band, scriveteci compilando il modulo in  questa pagina

Accesso utente

Chi è on-line

Ci sono attualmente 0 utenti e 0 visitatori collegati.

Ultime Recensioni

  • Copertina
    HELLRAISER
    Heritage
  • Copertina
    ELEVATORS TO THE GRATEFUL SKY
    Nude
  • Copertina
    LAETITIA IN HOLOCAUST
    Fauci tra Fauci
  • Copertina
    UNCLEDOG
    Passion Obbsession
  • Copertina
    FOLKSTONE
    Diario di un ultimo
  • Copertina
    RACCOMANDATA RICEVUTA RITORNO
    In Rock
Copertina
HELLRAISER
Heritage
Copertina
ELEVATORS TO THE GRATEFUL SKY
Nude
Copertina
LAETITIA IN HOLOCAUST
Fauci tra Fauci
Copertina
UNCLEDOG
Passion Obbsession
Copertina
FOLKSTONE
Diario di un ultimo
Copertina
RACCOMANDATA RICEVUTA RITORNO
In Rock

Recensione

Peste

PESTE - Peste

(2019 - This Is Core)

voto:

Tutti I Colori del Buio, If I Die Today, Haram, Papazeta Se questi quattro nomi vi dicono qualcosa siete sulla strada giusta. Punk hardcore della new school torinese, città sempre distintasi per avere band furiose ed inquiete, nella musica e nei testi. Dunque ecco così che 4 baldi giovani provenienti dalle band prima citate decidono lo scorso anno di dare vita a questo nuovo combo chiamato Peste.

Recensione

Gain

KAMION - Gain

(2018 - Atomic Stuff)

voto:

Dal Veneto una gradevole scoperta di cinque mascalzoni dediti ad attenzioni particolari alle sexy girls nostrane e non, ma soprattutto la scoperta di dieci braccia non rubate ai campi da semina.

Viene proposta una saggia miscellanea tra vecchio e nuovo, e se il vecchio è rappresentato da quelle band che hanno arato i solchi a cavallo tra la fine degli anni 80 e l'inizio degli anni 90 lasciando una scia che è stata seguita e cavalcata da molti, il nuovo lo possiamo rintracciare fra le sonorità del nuovo millenio.

Recensione

Psychonolatry

ELECTROCUTION - Psychonolatry

(2019 - GoreGoreCords/Aural)

voto:

Immaginate che vi travolga un TIR, questo è l'effetto del nuovo album degli Electrocution!

Senza nessuna pietà si parte con il brano che da il titolo all'album, 'Psychonolatry', precisissimo, violento e condito da un assolo a dir poco perfetto.

Suoni magistrali adattissimi al genere, una grandissima meticolosità negli arrangiamenti, nulla è lasciato al caso, l'album scorre veloce e viene voglia di riascoltarlo mille volte.

Recensione

Lama

RAINBOW BRIDGE - Lama

(2018 - Autoprodotto)

voto:

A poco più di un anno da 'Dirty Sunday' torna a farsi sentire il power trio pugliese dei Rainbow Bridge con questo 'Lama'. Anticipato ad agosto dal singolo/ep 'Words' (singolo che poi ritroviamo nell'album in versione diversa), che subito ribadisce la sporca attitudine blues psichedelica della band, grazie anche all'altro brano 'Are You EXP, Prudence' una lunga jam live di quasi 10 minuti che fa da traghetto tra 'Dirty Sunday' e 'Lama'.

Recensione

AcheroN

OVERKIND - AcheroN

(2019 - Andromeda Relix)

voto:

La band veneta, in questo lavoro, pubblicato per Andromeda Relix, unisce sonorità del metal classico ad inserti di prog-metal, vista anche la provenienza di 3/4 della band, che facevano parte dei Fatal Destiny, che rilasciarono, sempre per la stessa label, l’album “Palindromia” nel 2015.

Questo primo lavoro parte, decisamente, con altri intenti, visto che la band scaligera trae spunto, anche se è fondamentale sottolineare che rielabora il tutto in chiave moderna; dall’opera gotica più saccheggiata, (a volte decisamente male), ovvero la “Divina Commedia” dantesca.

Recensione

Airesis

ERESIA - Airesis

(2019 - Andromeda Relix / And 81 / Deathstorm Records)

voto:

Nati nel lontano 1995 col nome di Suicide per poi cambiare monicker in Eresia, il trio nostrano propone un death metal diretto e senza troppi fronzoli.

Questo cd contiene 4 brani dall'album inedito 'Parole al Buio' e tutto il secondo album intitolato 'Moto Imperpetuo'.

Le cose sono messe subito in chiaro con l'iniziale 'Damher', vecchia scuola, riffing efficace e da pogo, si denota subito, ahimè, una produzione molto sottotono che evidenzia molto poco la potenza del riffing. Il susseguirsi di brani, a mio modo di vedere, rimane un po' piatto per le composizioni troppo simlii l'un l'altra.

Recensione

Gunfire

GUNFIRE - Gunfire

(2019 - Jolly Roger Records )

voto:

Uscita importantissima quella dell'attivissima Jolly Roger Records che ristampa, con nostra grande gioia, il leggendario EP di debutto dei marchigiani Gunfire.
Grandissima sorpresa che merita di essere supportata da ogni fan del buon metallo italiano.

Recensione

Midnight Curse

BAD AS - Midnight Curse

(2018 - Lion Music/Cargo Records)

voto:

Quando bisogna dire la verità è inutile cercare altre parole diverse da quelle che devono essere usate e nello stesso tempo, pur trovandosi di fronte a fatti al limite della ineluttabilità, bisogna cercare di evitare panegirici che a volte possono risultare pretestuosi e tendenzialmente. speciosi.

Rocker del Mese

Bloody Roxen

Marzo 2019

Fotografia
Recensione

Legacy Of The Gods

ARCANA TALES - Legacy Of The Gods

(2018 - SilverStream Records)

voto:

Arcane Tales è il nome della one man band di Luigi Soranno e, come tutti i progetti autarchici di questo tipo, oltre al pregio di una forte unità concettuale presenta alcuni difetti…

Counter

  • Site Counter: 1,967,678
  • Visitatori Unici: 124,645
  • Published Nodes: 6,024
  • Since: 2009-11-16 15:08:49

Seguici anche...

facebookMySpaceRSS Feed