Contattaci

Per segnalare concerti o richiederci una recensione delle vostre band, scriveteci compilando il modulo in  questa pagina

Accesso utente

Chi è on-line

Ci sono attualmente 1 utente e 3 visitatori collegati.

Utenti on-line

Ultime Recensioni

  • Copertina
    ESTETICA NOIR
    Purity
  • Copertina
    THE SILVERBLACK
    The Silverblack
  • Copertina
    SOUL SELLER
    Matter Of Faith
  • Copertina
    THE SMOKIN BONES
    Moods
  • Copertina
    VIS
    Vis Et Deus
  • Copertina
    DEATHLESS LEGACY
    Dance With Devils
Copertina
ESTETICA NOIR
Purity
Copertina
THE SILVERBLACK
The Silverblack
Copertina
SOUL SELLER
Matter Of Faith
Copertina
THE SMOKIN BONES
Moods
Copertina
VIS
Vis Et Deus
Copertina
DEATHLESS LEGACY
Dance With Devils

 DigUp

DigUp

 

Articolo

Avviso Importante: nuova politica redazionale

Rendiamo pubblico che a partire da adesso non verranno più recensiti cd di gruppi/etichette che non alleghino un unico presskit composto da biografia, copertina, brani e tutte le informazioni necessarie, come altresì non si fanno recensioni in streaming. Causa anche flusso imponente di materiale in arrivo non sarà più assicurata la recensione, ma solo a discrezione della redazione, questo fino a che non avremo ristrutturato il nostro organico. Rimane invariato il precedente comunicato qui sotto redatto:

Da settembre cambia un po' la politica editoriale di Italia di Metallo, questo è dovuto a vari fattori:

  1. la mancanza di redattori competenti per i generi che poi elencheremo

Recensione

Purity

ESTETICA NOIR - Purity

(2017 - Red Cat Records/Audioglobe/The Orchard)

voto:

Della serie basta che non siano metal li passiamo a Gary ecco qua nel lettore il cd d'esordio (dopo un Ep del 2014) degli Estetica Noir, quartetto torinese che fa dell'electrorock derivante dalla new wave anni '80 il proprio marchio di fabbrica tentando di farlo risultare più personale con un tocco di gothic rock che emerge brano dopo brano.

Intervista

DRY FOOD FOR DOGS

1) Inizierei chiedendovi un parere sul nuovo ep, che non rivoluziona il sound dell'esordio ma allo stesso tempo introduce elementi nuovi e più attuali 

 

Abbiamo cercato di evolvere ciò che è stato il nostro primo prodotto in qualcosa di più maturo e strutturato musicalmente. E’ stato un passaggio naturale ma al contempo lo abbiamo ricercato e devo dire che siamo piuttosto soddisfatti del risultato

 

2) Siete attivi dal 2007, quindi questo anno ricorre il decimo anniversario della band. Avete intenzione di organizzare qualcosa di particolare?

 

Arrivare all’undicesimo eheheh

 

Recensione

The Silverblack

THE SILVERBLACK - The Silverblack

(2016 - Sliptrick Records)

voto: 7/10

Ecco che mi giunge sul tavolo questo remix & remaster del primo disco 'The Silverblack' uscito in combo (per il Giappone) con 'The Grand Turmoil', secondo e piu' recente lavoro di cui potete sempre trovare la mia recensione su queste pagine.
Stilisticamente essendo un predecessore del secondo disco che ho apprezzato molto, e' quello che mi aspettavo anche se la parte strumentale e' molto meno appesantita rispetto al secondo lavoro.
Rimane in ogni caso un buon prodotto industrial metal che paga tantissimo alla musica elettronica.

Recensione

Matter Of Faith

SOUL SELLER - Matter Of Faith

(2016 - Tanzan Music)

voto: 9/10

Sono passati molti anni da quando le prime band italiane entravano sulla scena del rock. All'inizio non è stato facile come per tutte le cose, ma col passare del tempo, la passione per l'hard rock e l'heavy metal ha spinto alla ribalta veri e propri talenti che a potenzialità non avevano nulla da invidiare ai grossi calibri internazionali. I torinesi Soul Seller fanno parte di questi...il loro nuovo album "Matter Of Faith" lo dimostra, essendo a mio avviso un perfetto connubio tra A.O.R. e venature di rock progressive, notevoli evoluzioni sono state attuate rispetto al primo seppur

Recensione

Moods

THE SMOKIN BONES - Moods

(2016 - Area Pirata/ Double face Records)

voto:

The Smokin Bones è un quartetto toscano attivo dal 2016 che vede in formazione due ex componenti dei Killer Penis, ossia i chitarristi LorentZ e GG, insieme a loro troviamo della partita Mark alla batteria, Danz al basso e Dave alla voce.

Il suono che ne deriva corrisponde a un punk rock intriso di rock'n'roll ed ha come modelli di riferimento le band della scena scandinava come Turbonegro, Hellacopters e via discorrendo. 

L'Ep intitolato 'Moods' è un mini concept che parla degli stati d’animo, di come ci si perde per poi ritrovarsi, un viaggio dunque, dentro se stessi

Recensione

Vis Et Deus

VIS - Vis Et Deus

(2016 - Jolly Roger Records)

voto:

Squillino le trombe e rullino i tamburi, giustizia è stata fatta! La sempre attiva Jolly Roger Records infatti pubblica in elegante edizione digipack limitata a 500 copie e completamente rimasterizzata questa demo risalente al 1986 dei toscani Vis, icona per i metallari della zona e non solo e senza dubbio tra le mie band preferite da giovane, conservo ancora l'inascoltabile demo, che mi passò il mio amico Tex, coperto di polvere..

Recensione

Dance With Devils

DEATHLESS LEGACY - Dance With Devils

(2017 - Scarlet Records)

voto: 8/10

Buh!

Vi ho fatto paura?

Tranquilli, qui nessuno ne ha l’intenzione.

L’Horror Metal dei toscani Deathless Legacy gioca infatti su un altro terreno. Inizialmente non lo avevo capito, rimanendo un po’ spiazzato da quella che mi era sembrata una versione tamarra dei Ghost, come se il raffinato pop esoterico dei misteriosi ghoul svedesi fosse spogliato della sua minacciosa raffinatezza, lasciando solo l'organetto lugubre, i testi da Bignami dell’Orrore e i costumi pacchiani. 

Recensione

Lo Sbirro, La Liceale, Il Maniaco

STRATO'S - Lo Sbirro, La Liceale, Il Maniaco

(2017 - Retro Vox Records )

voto: 8/10

Oltre al prog, cosa ha reso celebre l'Italia negli storici anni Settanta? Per chi non lo sapesse, il Cinema di genere italiano è stato un movimento che ha dato una forte spinta alla crescita del nostro Paese; infatti ciò che rendeva particolare le nostre produzioni cinematografiche erano elementi essenziali come la grande recitazione e soprattutto le colonne sonore. In questo caso, non abbiamo avuto soltanto grandi Maestri come Ennio Morricone ma anche Artisti geniali come Stelvio Cipriani, Fabio Frizzi e il grande Franco Micalizzi.

Recensione

Dirty Sunday

RAINBOW BRIDGE - Dirty Sunday

(2017 - Autoprodotto)

voto:

Attivo dal 2006 il trio pugliese dei Rainbow Bridge si autodefinisce "Un tributo personale e visionario alla musica di Jimi Hendrix e allo spirito degli anni '60", e ascoltando le 5 tracce che compongono questo Ep d'esordio devo ammettere che di questo si tratta.

Counter

  • Site Counter: 1,252,907
  • Visitatori Unici: 92,615
  • Published Nodes: 5,594
  • Since: 2009-11-16 15:08:49

Seguici anche...

facebookMySpaceRSS Feed

 

 

Succede su facebook

Consigliati da Facebook