Contattaci

Per segnalare concerti o richiederci una recensione delle vostre band, scriveteci compilando il modulo in  questa pagina

Accesso utente

Chi è on-line

Ci sono attualmente 0 utenti e 0 visitatori collegati.

Ultime Recensioni

  • Copertina
    GLINCOLTI
    Terzo Occhio / Ad Occhi Aperti
  • Copertina
    HALF LIFE
    I've Got To Survive
  • Copertina
    OIGRES
    Psycho
  • Copertina
    HELLIGATORS
    Hell III
  • Copertina
    HOLY TIDE
    Aquila
  • Copertina
    5RAND
    Dark Mother
Copertina
GLINCOLTI
Terzo Occhio / Ad Occhi Aperti
Copertina
HALF LIFE
I've Got To Survive
Copertina
OIGRES
Psycho
Copertina
HELLIGATORS
Hell III
Copertina
HOLY TIDE
Aquila
Copertina
5RAND
Dark Mother

Articolo

Avviso Importante: nuova politica redazionale

Rendiamo pubblico che a partire da adesso non verranno più recensiti cd di gruppi/etichette che non alleghino un unico presskit composto da biografia, copertina, brani e tutte le informazioni necessarie, come altresì non si fanno recensioni in streaming. Causa anche flusso imponente di materiale in arrivo non sarà più assicurata la recensione, ma solo a discrezione della redazione, questo fino a che non avremo ristrutturato il nostro organico. Rimane invariato il precedente comunicato qui sotto redatto:

Da settembre cambia un po' la politica editoriale di Italia di Metallo, questo è dovuto a vari fattori:

  1. la mancanza di redattori competenti per i generi che poi elencheremo

Recensione

Terzo Occhio / Ad Occhi Aperti

GLINCOLTI - Terzo Occhio / Ad Occhi Aperti

(2019 - Go Down Records)

voto:

Partiamo col ribadire un dato di fatto, mai nascosto ed, anzi, sempre più palese, sia nelle mie recensioni, sia nei miei programmi radiofonici…amo follemente il prog anni ’70, e le svariate produzioni venute fuori dalla nostra Italia!!!

Proprio di progressive rock si nutrono Glincolti, rielaborandolo in una chiave attuale, che non fa certamente rimpiangere i maestri del passato.

Questo lavoro, pubblicato in LP, in 300 copie numerate, dalla Go Down Records (a me, purtroppo tocca recensire la versione digitale in mp3…), consta di 7 brani ed è diviso in due parti.

Recensione

I've Got To Survive

HALF LIFE - I've Got To Survive

(2019 - Club Inferno Ent.)

voto:

Austerità, classicismo estetico, atmosfere pompose imperversano e dettano legge nell'impianto sonoro degli Half Life.

Recensione

Psycho

OIGRES - Psycho

(2019 - Autoprodotto)

voto:

Oigres è un progetto del polistrumentista Sergio Vinci, che propone uno stile groove metal dalle venature thrash e stoner con frammenti di progressive metal sparsi qua e là nel corso dell'album ''Psycho''.

Si parte con un intro musicale per arrivare direttamente a ''Fermo'', brano dal sapore progressive, con parti orientali che mi hanno non poco entusiasmato, rimanendo piacevolmente sorpreso a riguardo.

''Lontano Da Me'', brano leggermente più estremo del predecessore, sul finale possiamo ascoltare molta sperimentazione con degli arrangiamenti di chitarra molto belli.

Recensione

Hell III

HELLIGATORS - Hell III

(2019 - Sliptrick Records)

voto:

Gli Helligators nascono a Roma alla fine del 2009. Nel 2011 pubblicano il loro primo full lenght “Against All Odds”, e nell'estate del 2014 la band entra nuovamente in studio per registrare il secondo album. 

Nell’aprile 2015 gli Helligators firmano per la Sliptrick Records. Il nuovo album, ”Road Roller Machine”, vide la luce nel maggio 2015, da allora son passati quattro anni per arrivare al loro nuovo album “Hell III”.

Recensione

Aquila

HOLY TIDE - Aquila

(2019 - My Kingdom Music)

voto:

Grazie al progetto Holy Tide ho scoperto che Joe Caputo, bassista dei Sideboob nella serie “Orange is the new black”, ha un omonimo collega nel mondo reale: è la mente dietro a questo progetto di metal sinfonico dalle prospettive internazionali.

Recensione

Dark Mother

5RAND - Dark Mother

(2019 - Time To Kill Records)

voto:

Mi trovo bel bello in vacanza in una ridente località della Valtellina quando, per oscuri motivi di compulsione, controllo la posta su messenger, ed ecco comparire il bel faccione del mio direttore (un applauso al direttore...) che mi intima dalle sue residenze segrete :- Ah Leona' invece di sta co le palle in mano vedi di scrivere le tue solite menate intellettualoidi su questi quattro ragazzi.

Recensione

Stasi

MAERORMID - Stasi

(2019 - Dark Hammer Legion / Volcano Records)

voto:

Un triste carillon introduce il CD dei Maerormid, seguito subito da un riff doom e subito dopo, uno spiazzante blast beat. La struttura dei brani è complessa e ben curata, scelta ponderata quella di usare l'italiano nei testi. Difficilmente etichettabili come genere, con una capacità compositiva oltre la media, la band sciorina i brani l'uno dopo l'altro.

Unica pecca, a mio parere, la qualità della registrazione, non altissima ma magari è un sound voluto.

In 'Aura' si possono subito notare tutti gli aspetti sopra elencati, compresa l'ecletticità e l'interpretazione di ogni singlolo riff.

Recensione

Damno Lumina Nocte

HORNWOOD FELL - Damno Lumina Nocte

(2019 - Third-I-Rex)

voto:

Gli Hornwood Fell, nascono nel 2013 con la voglia di produrre musica e arte sperimentando varie componenti del black metal e intercalandosi in sentieri talvolta oscuri. Il progetto è pilotato da due fratelli: Andrea Basili (batteria), Marco Basili (chitarra, voce e basso). I loro primi lavori lasciano il segno, i testi sono inspiegabili e non immediati ma tutto ha un senso. I testi cantati e urlati in modo angoscioso e straziante da Marco Basili, hanno una particolarità, forse estrema, ma che coinvolge sempre più l'ascoltatore che viene catapultato in una realtà nuova: i testi sono cantati al contrario.

Recensione

Begin Again

WHEELS OF FIRE - Begin Again

(2019 - Burning Minds )

voto:

Ma chi sono i Bon Jovi? La voce del cantante Davide Barbieri ha una somiglianza con quella del rocker americano che ha dell'inverosimile, uno chiude gli occhi e incredibilmente assiste ad un concerto del biondo. Questo può essere anche un bene, ma in questo caso è tutto l'impianto canzonistico che non ne supporta adeguatamente la gradevolezza e la resa tecnica solare ed eterea delle note provenienti dalle corde vocali del nostro.

Counter

  • Site Counter: 1,975,648
  • Visitatori Unici: 126,514
  • Published Nodes: 5,946
  • Since: 2009-11-16 15:08:49

Seguici anche...

facebookMySpaceRSS Feed